USA, Paolo Gentiloni incontra Donald Trump - video

Aggiornamento 21 aprile 2017

È stato un incontro cordiale e senza alcun tipo di tensione, quello avvenuto a Washington tra Paolo Gentiloni e Donald Trump.

La conferenza stampa alla Casa Bianca è avvenuta pochi minuti dopo l'attacco a Parigi, e la prima domanda fatta dai giornalisti ai due è stata proprio sui fatti che stavano accadendo in Francia. Il presidente americano ha fatto le condoglianze ai francesi, poi ha aggiunto: "È terribile, sembra terrorismo... non finisce mai, dobbiamo essere forti e vigili".

Un pensiero alla Francia anche da Gentiloni: "Mi associo alle parole del presidente Trump per quello che è successo a Parigi, condoglianze e vicinanza al popolo e al governo francese, in un momento molto delicato a tre giorni dalle elezioni".

Nella dichiarazione alla stampa, Trump ha sottolineato l'amicizia con il popolo italiano, aggiungendo anche note più personali: "Rinnoviamo sempre i profondi legami di amicizia che legano il popolo americano e quello italiano. Che affonda le sue radici nel contributo senza tempo dell’Italia alla civiltà, che risale alla Roma antica. Nel corso delle ere il vostro Paese è stato un faro di risultati artistici e scientifici che continuano tuttora. Da Venezia a Firenze, da Verdi a Pavarotti, mio grande amico. Queste relazioni sono diventate sempre più forti, con i nostri due Paesi diventati alleati vitali".

Entrando nel dettaglio sull'alleanza tra Italia e Usa, Trump ha detto: "L’Italia è anche un partner chiave nella lotta al terrorismo. Secondo contributore come truppe in Iraq e Afghanistan. Siamo grati per il ruolo che l’Italia sta svolgendo nella stabilizzazione della Libia e per limitare gli spazi vitali dell'Isis nel Mediterraneo".

Gentiloni ha ribadito che "la nostra amicizia si fonda sull’impegno comune contro il terrorismo. Siamo molto attivi in Iraq e Afghanistan, e credo che saremo decisivi nel lavoro di stabilizzazione in Iraq, dopo la sconfitta miliare dei terroristi".

(aggiornamento a cura di Alessandro Guerra)

LONDON, UNITED KINGDOM - FEBRUARY 09: Italian Prime Minister Paolo Gentiloni speaks during a press conference with British Prime Minister Theresa May at No.10 Downing street, London, United Kingdom on February 09, 2017. (Photo by Facundo Arrizabalaga - WPA Pool/Getty Images)

Il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni è volato oggi negli Stati Uniti per incontrare il Presidente Donald Trump in un faccia a faccia che sarà seguito, tra poco più di un mese, dall’incontro tra i due leader al G7 di Taormina il 26 e il 27 maggio prossimi.

Alle 15.30 di oggi, ora italiana, Gentiloni interverrà al Center for Strategic and International Studies (CSIS) di Washington e subito dopo si recherà alla Casa Bianca per l’incontro con Trump, prima visita ufficiale in USA del nostro Presidente del Consiglio e, più in generale, di un leader europeo dopo l’intervento USA in Siria e Afghanistan.

L’incontro, a cui farà seguito una conferenza stampa congiunta, sarà incentrato sul ruolo dell’Italia nel Mediterraneo, le sfide dell’immigrazione e la presenza del nostro Paese tra Iraq, Kosovo, Libia e Libano.

US President Donald Trump delivers a statement on Syria from the Mar-a-Lago estate in West Palm Beach, Florida, on April 6, 2017. Trump ordered a massive military strike against a Syria Thursday in retaliation for a chemical weapons attack they blame on President Bashar al-Assad. A US official said 59 precision guided missiles hit Shayrat Airfield in Syria, where Washington believes Tuesday's deadly attack was launched.  / AFP PHOTO / JIM WATSON        (Photo credit should read JIM WATSON/AFP/Getty Images)

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 7 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO