Primarie Pd 2017, i risultati: larga vittoria per Matteo Renzi

21.40 Lo scrutinio è ancora in corso ma è già chiaro che si profila una larga vittoria per Matteo Renzi: Matteo Richetti, portavoce della mozione Renzi, stima un risultato finale "intorno al 65-70%".

Quando sono stati raccolti 60.000 voti, per un'affluenza finale attorno ai 2 milioni, Renzi è al 73%, Orlando al 21%, Emiliano al 5%.

Esulta su Twitter il ministro della cultura Dario Franceschini: "Grandissimo risultato per Matteo e per il Pd! Ora tutti insieme si può ripartire".

Lo stesso Matteo Renzi ha pubblicato un lungo post su Facebook pochi minuti prima della chiusura dei seggi: "Ho vissuto cinque mesi non facili dopo la sconfitta referendaria. Rifarei domattina quella battaglia. Una battaglia persa non è una battaglia sbagliata. [...] Quello che però voglio dirvi, adesso, a seggi chiusi ma prima di sapere il risultato delle primarie, è che io stasera prima di tutto vi devo un gigantesco grazie. Anche nel tempo dei social e dell'intelligenza artificiale, non c'è niente che valga più dei rapporti umani. La politica è innanzitutto umanità. E io in questi cinque mesi sono stato incoraggiato, sostenuto, accompagnato da un'ondata straordinaria di umanità. Restituire questo affetto non sarà facile. Ma sarà uno dei miei impegni più grandi per il futuro, comunque vada stasera".

Lorenzo Guerini ha parlato dei buoni dati d'affluenza: "Si tratta di partecipazione in carne e ossa, non di click. Due milioni di persone ai seggi rappresentano una grande testimonianza di partecipazione e democrazia. L'affermazione di Renzi è molto importante".

20.15 Ancora persone in fila nei seggi di Roma.

19.55 Si chiudono i seggi delle primarie del Partito Democratico: gli elettori si sono potuti recati alle urne oggi dalle 8 alle 20, dovendo scegliere tra Matteo Renzi, Andrea Orlando e Michele Emiliano. Il primo risultato è quello relativo all'affluenza: scongiurato il rischio di una bassa partecipazione.

Nei prossimi aggiornamenti di questo articolo i risultati delle Primarie del Pd 2017.

I numeri comunicati dall'organizzazione del PD, in relazione all'affluenza, sono abbastanza soddisfacenti, viste le premesse di uno scarso interesse dei cittadini nei confronti di queste primarie: alle 17.00, ora del secondo rilevamento, l'affluenza ai seggi era di 1.493.751 cittadini.

Già dal rilevamento delle 12 gli organizzatori hanno potuto tirare un sospiro di sollievo, vista l'affluenza parziale che faceva segnare quota 701.373 cittadini. La Commissione Pd per il Congresso ringraziava "per questa straordinaria partecipazione che siamo certi si rafforzerà nelle prossime ore. Grazie agli oltre 80 mila volontari che rendono possibile questo importantissimo evento democratico".

Matteo Renzi ha votato a Pontassieve, dove aveva detto: "Oggi è davvero una grande giornata, una grande festa per la democrazia. Saranno davvero tantissime le persone che andranno e che sono già andate a votare. C'è la gioia per il Pd per aver dato questa straordinaria opportunità di decidere, e non lasciarla agli addetti ai lavori".

Andrea Orlando aveva dichiarato così in sede di voto, a La Spezia: "Per me un buon risultato sarebbe già una buona affluenza al voto. Ma voglio vincere".

Michele Emiliano si è recato al voto nel giorno in cui ha recuperato dal suo infortunio: "Questo è il primo giorno nel quale faccio a meno della carrozzella, quindi è di buon auspicio", aveva detto.

Ci sono stati gravi problemi al voto in due comuni: a Gela, in Sicilia, il voto è stato sospeso perché alcuni attivisti sono giunti al seggio con schede già votate; a Nardò, in Puglia, il Pd ha sospeso le elezioni a causa di "una massiccia presenza di esponenti della destra appartenenti all'amministrazione comunale".

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 7 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO