USA, Donald Trump licenzia il direttore dell’FBI James Comey

Il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha deciso di rimuovere dall’incarico il direttore dell’FBI James Comey, licenziato ieri con una lettera firmata dallo stesso Trump dopo quasi quattro anni alla guida dell’agenzia.

Nella breve lettera di licenziamento il Presidente Trump ha spiegato a Comey di esser stato consigliato dal Procuratore Generale Jeff Sessions e dal suo vice Rod Rosenstein:

Ho accettato il loro consiglio e per questo lei sarà rimosso dall’incarico con effetto immediato. Pur avendo apprezzato la sua decisione di comunicarmi, in tre diverse occasioni, che non ero sotto inchiesta, sono d’accordo col giudizio del Dipartimento di Giustizia, secondo il quale lei non è in grado di guidare l’Agenzia.

La Casa Bianca ha spiegato che la ricerca del sostituto di James Comey è già iniziata. La motivazione ufficiale di questa rimozione improvvisa e prematura - Comey avrebbe dovuto ricoprire l’incarico per 10 anni, se ne andrà dopo meno di 4 - è da ricercare nella necessità per il Dipartimento di Giustizia USA di “un nuovo inizio” e nel modo in cui Comey avrebbe gestito le indagini sulle email di Hillary Clinton.

Ieri il vice procuratore generale Rod Rosenstein aveva spiegato di “non poter difendere il modo in cui il direttore ha gestito la conclusione delle indagini sulle email del segretario di Stato Clinton e non capisco la sua incapacità di accettare il giudizio pressoché universale secondo il quale aveva sbagliato. Quasi tutti concordato che il direttore ha fatto dei gravi errori; è una di quelle questioni che uniscono le persone di diverse prospettive.

I Democratici, invece, sono convinti che alla base di questo licenziamento ci sarebbe l’inchiesta di Comey e dell’FBI sui presunti legami tra la campagna presidenziale di Donald Trump e la Russia.

A copy of the termination letter to FBI Director James Comey from US President Donald Trump is seen at the White House on May 9, 2017 in Washington, DC. / AFP PHOTO / MANDEL NGAN        (Photo credit should read MANDEL NGAN/AFP/Getty Images)

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO