Donald Trump indagato per "Ostruzione della giustizia"

La notizia è apparsa nella serata americana ed è destinata a cambiare l'agenda politica a stelle e strisce

untitled-design-1.png

Il Washington Post, poco dopo le sei del pomeriggio a Wall Street chiusa, ha dato una notizia che ha scosso profondamente le fondamenta della politica americana. Donald Trump, il Presidente degli Stati Uniti d’America, è indagato per ostruzione alla giustizia, un reato che può arrivare fino allo studio ovale.

Le parole utilizzate dal quotidiano di proprietà del patron di Amazon, Jeff Bezos, sono state centellinate per essere inattaccabili, “Il procuratore speciale che sovrintende all'inchiesta sul ruolo della Russia nelle elezioni del 2016 interrogherà alti dirigenti dell'intelligence come parte di una più ampia indagine che ora include l’esame dell'ipotesi se il presidente abbia tentato di ostruire la giustizia”.

Il procuratore speciale è l’ex direttore dell’FBI Robert Mueller III. Si pensava che il procuratore stesse indagando solo su reati finanziari di persone vicine a Trump. Il reato di ostruzione alla giustizia è sufficientemente grave per ribaltare la presidenza di Trump. L’avvocato del Tycoon ha parlato di fuga di notizie “Scandalosa, ingiustificabile e illegale”.

Mueller sentirà i vertici dell’intelligence su quanto accaduto durante la campagna elettorale e su possibili interferenze della Russia per favorire l’elezione dell’attuale Presidente USA. Uno di questi, James Comey ex direttore dell’FBI licenziato via Twitter da Trump, ha parlato di “Bugie della Casa Bianca” davanti alla commissione istituita dal Congresso.

E’ importante aggiungere che Mueller può indagare sia sui reati passati sia su quelli commessi durante l’inchiesta. Un controllo totale sull’attività, in tal senso, dell’amministrazione Trump.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 19 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO