Migranti, Gentiloni chiede aiuto ma l'Europa chiude le porte

La gestione dei migranti è il primo grande problema che si trova ad affrontare il governo Gentiloni

untitled-design.png

La gestione dei migranti provenienti dalla Libia sta diventando un caso internazionale. Il premier Gentiloni ha lanciato, ripetutamente, un grido d’allarme per evidenziare come l’Italia, in questo momento, si trovi praticamente da sola a gestire gli arrivi verso l’Europa. Attualmente sono già 85.000 i migranti giunti nel nostro paese dall’inizio dell’anno. Un aumento del 20% rispetto all’anno scorso.

Se da un lato gli Stati Uniti hanno lodato l’impegno dell’Italia, dall’altro i partner europei come Spagna, Francia e Austria hanno solidarizzato ma si sono letteralmente chiamati fuori dalla gestione del fenomeno. Macron ha parlato di migranti economici e rifugiati, garantendo asilo ai secondi e chiusura di porti e frontiere per i primi.

La Spagna si è detta pronta a chiudere i propri porti ed ha ribadito che la soluzione al problema deve essere europea e non dei singoli stati. Le autorità spagnole hanno confermato anche che è molto difficile restituire ai paesi di provenienza persone che arrivano in Europa senza documenti. Dulcis in fundo l’Austria che ha fatto sapere di non avere alcun problema a schierare l’esercito al Brennero per impedire che i migranti dall’Italia possano passare il confine.

Attualmente la ripartizione degli arrivi dei migranti è sbilanciatissima. L’86% arriva in Italia, il 9% si dirige verso la Grecia e il 4% verso la Spagna. Critica anche la posizione delle Ong che vengono attaccate dalla Libia perché a dire delle autorità di Tripoli non rispettano i confini e le leggi libiche. Le Ong dal canto loro rispondono che si sta cercando di eliminare organismi indipendenti che vigilino sull’operato della Guardia Costiera libica.

Una vera e propria patata bollente che Gentiloni dovrà portare a Tallin in Estonia dove si discuterà il problema su base europea.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 555 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO