Corea del Nord, si alza la tensione tra USA e Russia

La riunione del Consiglio di Sicurezza dell'Onu ha registrato un duro scontro tra USA e Russia

untitled-design-2.png

La crisi tra Stati Uniti e Corea del Nord è arrivata al Consiglio di Sicurezza dell’Onu incrinando ancora di più, se possibile, i rapporti tra gli americani e i russi. L’ambasciatrice statunitense Nikki Haley ha chiesto nuove sanzioni economiche nei confronti della Corea del Nord ottenendo l’appoggio degli alleati occidentali.

La Cina è contraria all’inasprimento delle sanzioni spalleggiata dalla Russia che ha escluso l’utilizzo di qualsiasi tipo di risposta armata ai test missilistici del regime di Pyongyang. La Haley, per nulla impressionata, ha chiesto ai russi di mettere ufficialmente il veto alle sanzioni ed ha aggiunto che in ogni caso gli USA andranno avanti per la loro stada.

La tensione sul fronte orientale non andrà ad intaccare la possibile cooperazione USA-Russia in Siria. È la stessa ambasciatrice a confermarlo, “Siamo pronti ad esplorare la possibilità di stabilire con la Russia meccanismi comuni per assicurare la stabilità, comprese le no-fly zone, osservatori sul campo del cessate-il-fuoco e il coordinamento degli aiuti umanitari”. Questo non ha impedito alla rappresentante degli USA di aggiungere che la Russia in quanto garante di Assad ha una responsabilità speciale in Siria.

Gli Stati Uniti hanno confermato che faranno pressione diplomatica ed economica su tutti i paesi che intratterranno rapporti commerciali con la Corea del Nord. Un messaggio indirizzato in primis alla Cina che da parte sua ha invitato alla moderazione, “Chiediamo a tutte le parti coinvolte di esercitare moderazione, evitare azioni provocatorie e retorica belligerante, dimostrando la volontà di dialogo incondizionato per disinnescare la tensione”.

Il rischio più concreto non è quello di un attacco agli Stati Uniti, ma di un lancio missilistico sulla Corea del Sud. Gli esperti ritengono che sarebbero possibili oltre sessantamila morti in poche ore. Intanto Kim teme un attentato da parte degli oppositori interni. Da notare che gli americani hanno portato in zona anche i Navy Seal del Team 6, gli stessi che uccisero Bin Laden con un vero e proprio blitz.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO