Migranti, Austria: “Potremo chiudere il Brennero in 24 ore”. Italia: “Vienna abbassi i toni”

L’Austria torna ancora una volta a minacciare la chiusura del Brennero per mettere un freno al flusso di migranti dall’Italia e lo fa attraverso il nuovo ministro dell’interno, Wolfgang Sobotka, che mette le mani avanti di fronte alla possibilità che il nostro Paese decida di rilasciare dei visti temporanei ai migranti giunti sulle nostre coste validi per l’Unione Europea, permettendo così loro di lasciare liberamente il Paese.

Dalle pagine del quotidiano tedesco Bild, Sobotka ha tuonato:

La cooperazione fra sedicenti soccorritori e la mafia dei trafficanti deve finire. Dobbiamo impedire che sedicenti soccorritori entrino nelle acque territoriali della Libia e prendano i profughi direttamente dai trafficanti.

E, a proposito dell’Italia:

Se il numero dei migranti illegali verso l'Austria aumenta ancora, chiudiamo il confine al Brennero. Nel giro di 24 ore possiamo chiudere il confine e realizzare controlli severi con i nostri soldati.

A quelle parole, tramite l’ANSA, ha prontamente replicato il vice ministro degli Esteri Mario Giro, che ha invitato Vienna ad abbassare i toni. L’Italia, secondo Giro, non ha “nessuna intenzione di compiere mosse unilaterali" sulla crisi dei migranti:

Rispettiamo l'Austria e non abbiamo nessuna intenzione di compiere mosse unilaterali, ma Vienna deve abbassare i toni. Non si possono mettere a rischio i rapporti tra gli Stati a causa di polemiche pre-elettorali. Non c'è nessun aumento del numero dei migranti, come loro stessi hanno dichiarato più volte.

Anche la presidente della Camera Laura Boldrini è intervenuta sulla vicenda:

Ho già sentito la minaccia e non è successo nulla. La politica non si porta avanti con le minacce che non risolvono i problemi, nè con le chiusure o con i militari. É deprimente. Nel 2030 la Nigeria, che oggi ha 200 milioni di abitanti, sarà più popolosa degli Usa. E' miope pensare di risolvere il problema così, con chiusure e carri armati. Queste misure accendono solo la paura, alzano l'asticella della disumanità ed aumentano la tensione ed il conflitto sociale. La soluzione non sono le chiusure, i carri armati, l'interdizione ai porti o lo sbarramento nelle acque libiche, il che è inutile e contrario al diritto internazionale. Bisogna lavorare al sistema della relocation.

BRENNERO, ITALY - SEPTEMBER 03:  A railway worker walks past border signs next to railway tracks at the Brenner Pass on September 3, 2015 in Brennero, Italy. Italian police have announced they will soon reinstate border controls at the Brenner following a request from Germany in order to regulate the flow of migrants. Hundreds of migrants travel via trains and other means through the Brenner Pass daily, the vast majority on their way to Germany. (Photo by Philipp Guelland/Getty Images)

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 472 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO