Corea del Nord, sale la preoccupazione di un escalation militare

La cancelliera tedesca Angela Merkel si è opposta duramente a una "soluzione militare" per la crisi con la Corea del Nord e ha condannato "l'escalation" nei toni tra Washington e Pyongyang. Trump, infatti, non sembra voler abbassare il tiro e ha rinnovato la determinazione ad agire se Kim Jong Un agirà in modo sconsiderato.

"La Germania parteciperà molto intensamente alle opzioni che non siano di tipo militare, ma ritengo che l'escalation verbale sia una reazione sbagliata"

ha dichiarato Angela Merkel nel corso di una conferenza stampa.

La Russia è "molto preoccupata" per "l'alto rischio di conflitto" tra gli Stati Uniti e la Corea del Nord. Ad affermarlo in una nota ufficiale è stato il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov, secondo cui una possibile guerra causerebbe molte vittime.

"I rischi sono molto elevati, soprattutto in considerazione della retorica: ci sono minacce dirette di uso della forza"

ha dichiarato Lavrov ricordando che il capo del Pentagono James Mattis ha dichiarato più volte che il conflitto potrebbe causare numerose vittime umane.

"Il primo passo dovrebbe farlo chi è più intelligente", ha detto Lavrov riferendosi agli Stati Uniti, sottolineando comunque che la Russia è contro il nucleare nordcoreano.

Questa mattina era stata invece la Cina ad invitare il Presidente americano Donald Trump ad evitare parole e azioni che possano peggiorare la situazione nella penisola coreana. Nei giorni scorsi infatti c'è stato una sorta di botta e risposta tra il regime nordcoreano e il presidente americano, con toni decisamente roventi.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO