Venezuela, Donald Trump non esclude un intervento militare

A poche ore dall’annuncio del presidente del Venezuela Nicolas Maduro, che si è detto pronto ad un colloquio personale con Donald Trump, il Presidente degli USA è intervenuto pubblicamente sulla situazione che va avanti ormai da settimane in Venezuela spiegando di non aver ancora escluso un’opzione militare per affrontare la crisi.

Abbiamo diverse opzioni per il Venezuela, inclusa una possibile opzione militare se necessario. Abbiamo truppe in tutto il Mondo in posti che sono molto distanti. La Venezuela non è molto lontana e le persone stanno soffrendo e stanno morendo.

Le parole di Trump - come tutte le dichiarazioni di Trump di queste ultime settimane - sono state accolte da critiche a cominciare dal ministro della difesa del Venezuela, Vladimir Padrino, che ha definito l’uscita di Trump come “un atto di follia”.

La Casa Bianca ha già reso noto che il Presidente Maduro ha prontamente richiesto una telefonata con Donald Trump, precisando però il Presidente USA parlerà volentieri con la controparte venezuelana quando la democrazia nel Paese sarà ristabilita.

Venezuelan President Nicolas Maduro addresses the all-powerful pro-Maduro assembly which has been placed over the National Assembly and tasked with rewriting the constitution, in Caracas on August 10, 2017. Recent demonstrations in Venezuela have stemmed from anger over the installation of the all-powerful Constituent Assembly that many see as a power grab by the unpopular President Maduro. The dire economic situation also has stirred deep bitterness as people struggle with skyrocketing inflation and shortages of food and medicine.  / AFP PHOTO / RONALDO SCHEMIDT        (Photo credit should read RONALDO SCHEMIDT/AFP/Getty Images)

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO