Caso Regeni, il New York Times: "Obama disse tutto al governo italiano"

Un articolo del NYT getta una luce inquietante sulla morte di Giulio Regeni in Egitto

giulio-regeni-new-york-times.jpg

Il New York Times ha pubblicato un articolo, firmato da Declan Walsh, sul caso di Giulio Regeni e della sua morte. Secondo l’autorevolissimo giornale americano l’amministrazione Obama avrebbe detto al Governo presieduto da Matteo Renzi che la morte del giovane italiano sarebbe dovuta a ufficiali della sicurezza egiziana.

Barack Obama avrebbe addirittura fornito prove incontrovertibili. La risposta del governo Gentiloni non si è fatta attendere, “Nei contatti tra amministrazione USA e governo italiano avvenuti nei mesi successivi all'omicidio di Regeni non furono mai trasmessi elementi di fatto, né tantomeno prove esplosive al governo italiano”.

Un articolo che ha un timing quantomeno particolare perché proprio in questi giorni sta montando la polemica per la decisione del governo di rimandare l’ambasciatore italiano al Cairo in seguito alla documentazione fornita dagli egiziani sul caso di Giulio Regeni. La madre di Giulio non ha gradito la decisione e ha postato su Facebook una bandiera italiana listata a lutto.

L’articolo del New York Times apre anche altri scenari come la necessità di una collaborazione dell’Egitto per contrastare il conflitto in Libia e la presenza dell’Eni e di un nuovo giacimento di gas naturale a Zohr vicino alla costa egiziana. L’Eni avrebbe avuto addirittura un ruolo attivo nelle indagini successive alla morte di Giulio Regeni.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 4 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO