Veneto e Lombardia, al via il referendum per l'autonomia

zaia-referendum-veneto.jpg

Dalle 7 alle 23 di oggi, domenica 22 ottobre, quasi 12 milioni di cittadini in Veneto e Lombardia sono chiamati ai seggi per decidere se avviare o meno una trattativa con lo Stato per chiedere maggiore autonomia per le due regioni, che potrebbero in futuro ottenere uno statuto speciale al pari di Friuli Venezia Giulia, Sardegna, Sicilia, Trentino-Alto Adige e Valle d'Aosta.

Secondo quanto previsto dall'articolo 116 della Costituzione, infatti, "ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia, concernenti le materie di cui al terzo comma dell'articolo 117 e le materie indicate dal secondo comma del medesimo articolo alle lettere l), limitatamente all'organizzazione della giustizia di pace, n) e s), possono essere attribuite ad altre Regioni, con legge dello Stato, su iniziativa della Regione interessata, sentiti gli enti locali, nel rispetto dei princìpi di cui all'articolo 119".

In Lombardia non è previsto in quorum e i quasi 8 milioni di residenti voteranno per la prima volta utilizzando un tablet al posto della scheda cartacea. Dovranno rispondere sì o no - oppure lasciare bianca la scheda - al quesito che chiede l'avvio della trattativa col governo italiano per trasferire alla Regione le 20 competenze concorrenti e le tre negoziabili previste dalla Costituzione (giustizia di pace, istruzione e tutela dell’ambiente e dei beni culturali) e le relative risorse.

In Veneto, invece, è previsto il quorum del 50% più uno degli aventi diritto al voto, vale a dire 2.034.280 di elettori su un totale di 4.068.558 aventi diritto. In questo caso si voterà con scheda cartacea per rispondere al quesito "vuoi che alla regione del Veneto siano attribuite ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia?".

Le operazioni di voto proseguiranno fino alle 23 di oggi e il risultato non sarà vincolante. In caso di vittoria del sì le trattative potranno essere avviate, ma sarà comunque necessaria una proposta di legge che dovrà poi essere approvata a maggioranza assoluta da Camera e Senato.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 26 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO