Renzi: "Con Gentiloni siamo amici ma la pensiamo diversamente"

Il segretario del Partito Democratico ha usato Porta a Porta per chiarire il suo pensiero sui temi caldi della politica

untitled-design.png

Matteo Renzi è stato ospite, in collegamento dal treno Dem, della trasmissione Porta a Porta in onda su Rai 1.Il segretario del Partito Democratico è tornato su alcuni temi caldi dell’ormai imminente campagna elettorale. Sul suo rapporto con il premier Gentiloni è stato molto chiaro, “Il mio rapporto con lui è un rapporto adulto: siamo molto amici, c’è grande stima e condivisione, dopodiché su molte cose la pensiamo in modo diverso. Gentiloni pensa con la sua testa”.

In particolare Renzi è stato pungolato sulla difficile situazione del governatore della Banca d’Italia. Anche in questo caso l’ex premier ha rimarcato la sua posizione che è nettamente differente rispetto a quella di Gentiloni, “In questi anni qualcosa non ha funzionato sulle banche, in primo luogo per le responsabilità di alcuni banchieri, in secondo luogo per le responsabilità della vigilanza di Bankitalia, in terzo luogo per le connivenze tra alcuni politici e alcuni banchieri”.

Il terzo argomento caldo è stato quello del Rosatellum contro il quale stanno protestando duramente soprattutto gli appartenenti al Movimento Cinque Stelle guidati da Beppe Grillo. Renzi ha spiegato che: “Non so se il Rosatellum sia la soluzione migliore, io avrei voluto un altro meccanismo ma comunque è meglio della legge elettorale precedente”.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO