USA, Russiagate: l'ex consigliere Flynn ammette di aver mentito all'FBI

Michael T. Flynn, l'ex Consigliere per la sicurezza nazionale USA in carica per una manciata di giorni dal 22 gennaio al 13 febbraio scorsi, ha rivelato ieri di aver mentito nella sua dichiarazione rilasciata all'FBI a proposito degli incontri avuti con l'ambasciatore russo poche settimane prima dell'elezione di Donald Trump alla guida degli Stati Uniti.

Una rivelazione già storica che implica non soltanto lo stesso Flynn, ma anche un consigliere anziano dell'amministrazione Trump, al momento ancora senza nome. L'ex Consigliere per la sicurezza nazionale è apparso ieri davanti alla corte federale di Washington ed ha lanciato la rivelazione, ammettendo di aver fatto "dichiarazioni false, fittizie e fraudolente".

Non solo: Flynn non ha soltanto vuotato il sacco, ma ha rivelato di aver iniziato a collaborare con l'accusa poche settimane dopo il suo interrogatorio da parte dell'FBI, fornendo all'agenzia tutto il supporto necessario nell'indagine sull'intromissione della Russia nelle elezioni presidenziali americane.

L'identità dell'ufficiale implicato da Flynn, definito molto vicino a Trump, non è stata confermata, ma la stampa statunitense ha prontamente fatto il nome di Jared Kushner, consigliere di Trump nonché marito della figlia Ivanka Trump.

Non è chiaro quale piega prenderà l'indagine sul Russiagate alla luce delle rivelazioni di Michael T. Flynn. Quello che è certo è che Flynn, un privato cittadino durante la fase di transizione, non poteva gestire gli affari esteri senza un'autorizzazione da parte di qualcuno del Governo USA ed è lecito immaginare che non abbia agito di testa propria, ma che abbia seguito le indicazioni di qualcuno, quel consigliere anziano di cui non abbiamo conferme sull'identità.

Flynn, per aver mentito all'FBI, sarà incriminato e con ogni probabilità dovrà trascorrere almeno 6 mesi dietro le sbarre. La Casa Bianca, intanto, ha rilasciato una breve dichiarazione, precisando che "nulla della dichiarazione di colpevolezza implica altre persone oltre il signor Flynn".

WASHINGTON, DC - DECEMBER 01:  Michael Flynn, former national security advisor to President Donald Trump, leaves following his plea hearing at the Prettyman Federal Courthouse December 1, 2017 in Washington, DC. Special Counsel Robert Mueller charged Flynn with one count of making a false statement to the FBI.  (Photo by Chip Somodevilla/Getty Images)

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO