Salvini promette 100.000 espulsioni l'anno: "Ius Soli? Svende la cittadinanza"

In tempi di campagna elettorale se ne leggono tante e se ne ascoltano anche di più. In tempi bui, di campagna elettorale senza contenuti ma con slogan emotivi che vogliono solo solleticare i bassi istinti dell'elettorato, si arriva a promettere di tutto: anche di voler violare ogni regola di civilità.

Tutto ciò vale anche e sopratutto per Matteo Salvini, che in materia di sparate pre-elettorali è sicuramente un campione italiano e, c'è da sperare, forse lo è meno alla prova dei fatti. La Lega, ha dichiarato proprio Salvini, chiederà di inserire nel patto di governo l’impegno ad espellere “almeno 100mila clandestini l’anno”:

"La Lega vuole un’immigrazione controllata e nel patto di governo chiederemo un impegno a espellere almeno 100mila clandestini all’anno. Lo Ius soli è una legge sbagliata, non perché riguarda gli immigrati ma perché svende la cittadinanza in cambio di qualche voto”

Un premier “fuori dalla politica” non piace a Matteo Salvini, che ha così commentato anche le dichiarazioni di Silvio Berlusconi sul possibile prossimo presidente del Consiglio. “Abbiamo visto che fine ha fatto con Monti l’Italia. Che la buona politica riprenda il coraggio di fare buona politica e di dire agli italiani che intenzioni ha”.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1833 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO