Libia, la stampa annuncia la morte del generale Khalifa Haftar

Il generale sarebbe deceduto a Parigi dopo una lunga malattia.

haftar.jpg

Il generale libico Khalifa Haftar, ricoverato dal 5 aprile scorso in un ospedale di Parigi dopo l'aggravarsi della sua malattia, sarebbe morto in queste ore. A rivelarlo è stata la stampa francese, a cui hanno fatto prontamente seguito gli organi di informazioni egiziani e libici.

Haftar aveva da tempo un tumore al cervello e nei giorni scorsi sembra che le sue condizioni di salute fossero peggiorate, al punto da rendere necessario il suo trasferimento dalla Giordania a Parigi, dove sarebbe deceduto pochi giorni dopo il ricovero.

Il condizionale è d'obbligo, visto che fonti ufficiali della Libia continuano a negare. Anzi, secondo Hussein al-Obeidi delle Forze Armate Libiche, il generale Haftar avrebbe addirittura lasciato la Francia e avrebbe fatto ritorno a Bengasi proprio nella giornata di oggi. Al-Obeidi ha riferito alla stampa locale di aver incontrato il generale Haftar e di averlo trovato in buone condizioni fisiche.

Va da sé che vista la delicata situazione in cui si trova la Libia, l'annuncio della morte del generale Haftar rischierebbe di riportare nel caos nel Paese.

Chi era il generale Khalifa Haftar

Il generale libico aveva fatto la rivoluzione al fianco di Muammar Gheddafi nel 1979 e ne aveva favorito la presa del potere, salvo poi venir rinnegato qualche anno dopo. Khalifa Haftar fu preso come prigioniero nel 1987 durante la guerra contro il Ciad ed è durante quella detenzione che riuscì a formare quella che venne ribattezzata la "Forza Haftar", un contingente di 2mila prigionieri libici con l'obiettivo di rovesciare il regime della Libia.

Nel 1990 fu liberato grazie all'intervento degli Stati Uniti e si trasferì proprio negli USA, a pochi passi dal quartier generale della CIA in Virginia. Lì trascorse quasi 20 anni e riuscì a diventare anche cittadino degli Stati Uniti d'America, salvo poi fare rientro in patria nel 2011, durante l'insurrezione contro il regime di Gheddafi.

Il 3 marzo 2015 fu confermato a tutti gli effetti comandante in capo delle forze armate libiche dal Parlamento della Libia riconosciuto dalla comunità internazionale.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO