Gentiloni: "L'Italia non ha partecipato ad attacco in Siria, dato solo supporto logistico"

gentiloni siria

Paolo Gentiloni, presidente del Consiglio uscente, ha parlato in conferenza stampa dell’attacco missilistico in Siria: "L’Italia non ha partecipato, abbiamo dato solo supporto logistico agli alleati". L'azione di questa notte, ha aggiunto il premier, è stata una risposta "motivata all'uso di armi chimiche". Nei giorni scorsi, davanti ad un paventato attacco nei confronti di Assad, Gentiloni aveva già preannunciato che l’Italia non avrebbe partecipato alle operazioni. Oggi è arrivata la conferma nel corso della conferenza stampa convocata dal Governo italiano alle ore 10:30:

"L'Italia non ha partecipato all'attacco in Siria - ha sottolineato il presidente del Consiglio - il supporto logistico che forniamo agli Stati Uniti, in questo caso particolare abbiamo insistito e chiarito che non poteva in alcun modo tradursi nel fatto che dal territorio italiano partissero azioni direttamente mirate a colpire la Siria".

L’azione militare di USA, Francia e Inghilterra avrebbe colpito tre obiettivi senza causare vittime tra i civili e senza innescare incidenti diplomatici con la Russia, i cui presidi non sono stati toccati. Comunque, sia, ribadisce Gentiloni, l’intervento militare non deve rappresentare l’inizio di una guerra vera e propria.

"L'azione circoscritta, mirata a colpire le armi chimiche, non può e non deve essere l'inizio di un'escalation. Questo quanto l'Italia ha ribadito nei giorni scorsi e continuerà a ribadire".


  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO