Elezioni regionali Friuli-Venezia Giulia 2018: Massimiliano Fedriga è il nuovo Presidente

"Grazie alla mia gente. Grazie alla mia terra. Ora al lavoro ascoltando e costruendo"

12.30 - "Grazie alla mia gente. Grazie alla mia terra. Ora al lavoro ascoltando e costruendo", queste le prime parole, affidate a Facebook, nel nuovo presidente del Friuli-Venezia Giulia Massimiliano Fedriga. L'avversario del centrosinistra, il candidato Sergio Bolzonello, ha già chiamato il vincitore per congratularsi con lui:

Ho appena sentito Massimiliano Fedriga al telefono e mi sono complimentato per il risultato che ha ottenuto, io ora starò all'opposizione con lo spirito di chi sa di lasciare una Regione in ottima salute e che tale dovrà rimanere nei prossimi 5 anni.

Intanto i risultati quasi definitivi sono arrivati. Mancano all'appello ancora un centinaio di sezioni e la situazione delle percentuali è la seguente:

Massimiliano Fedriga (LEGA): 57,12%
Sergio Bolzonello (PD): 26,91%
Alessandro Fraleoni Morgera (M5S): 11,82%
Sergio Cecotti (Patto per Autonomia): 4,15%

11.30 - Gli scrutini si avviano verso la fase finale - al momento mancano circa 400 sezioni su 1.369 - e il candidato della Lega Massimiliano Fedriga può già iniziare a celebrare. Sarà lui, infatti, il nuovo Presidente della Regione Friuli-Venezia Giulia, prendendo il posto di Debora Serracchiani del Partito Democratico, in carica fino al 23 marzo scorso e sostituita ad interim per una manciata di giorni dal candidato del centrosinistra Sergio Bolzonello, anche lui candidato a queste elezioni regionali.

Dopo la parentesi del Partito Democratico, il Friuli-Venezia Giulia torna così nelle mani del centrodestra, come accaduto dal 1994 ad oggi se si esclude, oltre alla già citata Serracchiani, il periodo 2003-2008 in cui il presidente della Regione è stato l'indipendente Riccardo Illy.

La vittoria di Massimiliano Fedriga è ancora una grande vittoria per la Lega, che si conferma il primo partito del Friuli-Venezia Giulia col 34% delle preferenze, seguito dal Partito Democratico col 18% e da Forza Italia con l'11,98%. Quarta posizione per il Movimento 5 Stelle (7,49%) che non potrà far altro che riconoscere la sconfitta.

Ecco il dettaglio aggiornato alle 11.30 circa:

Massimiliano Fedriga (LEGA): 56,59%
Sergio Bolzonello (PD): 27,60%
Alessandro Fraleoni Morgera (M5S): 12,16%
Sergio Cecotti (Patto per Autonomia): 3,64%

Elezioni regionali Friuli 2018 - Data candidati sondaggi

10.25 - I giochi sono ormai fatti. Con quasi la metà delle sezioni scrutinate e 204.098 voti validi, il candidato della Lega si conferma il vincitore di queste elezioni regionali con oltre il 50% delle preferenze. Crollo per il Movimento 5 Stelle, mentre il centrosinistra si conferma in seconda posizione col 28%.

Ecco il dettaglio:

Massimiliano Fedriga (LEGA): 55,87%
Sergio Bolzonello (PD): 28,44%
Alessandro Fraleoni Morgera (M5S): 12,68%
Sergio Cecotti (Patto per Autonomia): 3,01%

9.30 - Con 130 sezioni su 1.369 e 36.856 voti ritenuti validi, la situazione è pressoché invariata rispetto ai dati ufficiosi di un'ora fa.

Massimiliano Fedriga (LEGA): 56,13%
Sergio Bolzonello (PD): 28,16%
Alessandro Fraleoni Morgera (M5S): 13,98%
Sergio Cecotti (Patto per Autonomia): 1,73%

Il centrodestra si conferma in netto vantaggio, ma a colpire è la sconfitta del Movimento 5 Stelle, di molto sotto al Partito Democratico.

8.40 - Lo spoglio è iniziato da circa 40 minuti e i primi dati ufficiosi - 7 sezioni su 1.369, 1.900 voti conteggiati - sembrano confermare quanto rivelato dai sondaggi nei giorni scorsi.

Il candidato del centrodestra Massimiliano Fedriga sarebbe in netto vantaggio col 53,11% delle preferenze, seguito da Sergio Bolzonello del PD col 30,95% e dal candidato di M5S Alessandro Fraleoni Morgera con appena il 14,95%. Ultimo, con solo l'1,00%, Sergio Cecotti di Patto per Autonomia.

30 aprile 2018, 8.00 - Lo scrutinio, dopo la chiusura dei seggi alle 23 di ieri, è iniziato alle 8 di oggi in tutto il Friuli-Venezia Giulia.

Si inizia con lo spoglio per le elezioni regionali, poi si procederà con lo spoglio per il rinnovo dei consigli comunali e la scelta dei sindaci nei 19 comuni coinvolti, tra i quali figurano Udine, Zoppola, San Daniele del Friuli e Spilimbergo.

23.16 - Ricordiamo che lo spoglio, in Friuli-Venezia Giulia, non si svolge di notte. Quindi l'appuntamento con gli aggiornamenti è per domani mattina.

23.15 - L’affluenza definitiva è stata del 49,65%. In particolare, nelle diverse sezioni le percentuali sono state:

Trieste 43,90%
Gorizia 50,78%
Udine 52,60%
Tolmezzo 47,58%
Pordenone 49,80%

23.00 - I seggi in Friuli-Venezia Giulia sono chiusi. Appena possibile vi comunicheremo i dati sull'affluenza definitiva.

20.19 - L'affluenza alle urne alle 19:00 per le regionali in Friuli Venezia Giulia è stata del 38,37%. A votare sono andati 424.869 elettori su 1.107.415 aventi diritto. Nella circoscrizione di Udine l'affluenza maggiore, con il 40,69% degli aventi diritto che si è recato ai seggi. Al secondo posto Gorizia dove ha votato il 38,73%. Seguono Pordenone con il 38,41%, Tolmezzo, con il 36,81%, e Trieste dove hanno votato il 34,21% degli aventi diritto. Alle scorse regionali del 2013 l'affluenza alle 19:00 della domenica era stata del 28,55%, ma si votava su due giorni.

12.47 - Con un lieve ritardo a causa di due sezioni a Tolmezzo, i dati definitivi relativi all'affluenza alle 12.00 sono stati diffusi. Su un totale di 1.107.415 aventi diritto, in mattinata se ne è recato a votare il 18,07%, così ripartito tra le circoscrizioni:


    Trieste: 16,52%
    Gorizia: 18,11%
    Udine: 19,35%
    Tolmezzo: 16,49%
    Pordenone: 17,83%

Cinque anni fa, nel 2013, l'affluenza alle 12.00 era stata complessivamente del 10,26% (Trieste: 10.71%, Gorizia: 11.16%, Udine: 10.39%, Tolmezzo: 8.54%, Pordenone: 9.84%), ma è doveroso ricordare che in quell'occasione si votò in due giornate, il 21 e il 22 aprile 2013, quindi gli elettori hanno avuto dalle 7 alle 22 della prima giornata e tutta la mattinata della giornata successiva per recarsi alle urne.

Il prossimo aggiornamento sull'affluenza è previsto per le 19.00.

Massimiliano Fedriga al voto in Friuli-Venezia Giulia

29 aprile 2018, 8.30 - Seggi aperti dalle 7 di questa mattina in tutto il Friuli-Venezia Giulia, con oltre un milione di cittadini chiamati alle urne entro le 23 di oggi per le elezioni regionali, amministrative e per i referendum consultivi.

Alle 12 saranno resi noti i primi dati relativi all'affluenza.

Sabato 28 aprile 2018 - Si è conclusa la settimana pre-elettorale in Friuli-Venezia Giulia. Massimiliano Fedriga continua a essere il super-favorito di queste consultazioni regionali e i leader del Centrodestra lo hanno affiancato fino all'ultimo giorno di campagna elettorale. Silvio Berlusconi ha addirittura trascorso cinque giorni interi e consecutivi nella regione. Anche Matteo Salvini è stato molto presente e i due hanno festeggiato insieme la chiusura della campagna elettorale a Trieste. Pd e MoVimento 5 Stelle, invece, in questa settimana sono stati più impegnati a livello nazionale con le consultazioni con il Presidente della Camera Roberto Fico e sono stati meno presenti in campagna elettorale a sostegno, rispettivamente di Sergio Bolzonello e Alessandro Fraleoni Morgera. L'ex Presidente Sergio Cecotti, invece, lo ricordiamo, si presenta da indipendente.

Elezioni regionali Friuli-Venezia Giulia 2018: ultimi sondaggi

Venerdì 20 aprile 2018 - Domenica 29 aprile 2018, dalle ore 7 fino alle 23, in Friuli-Venezia Giulia si voterà per le elezioni regionali e anche per il Referendum sulle circoscrizioni comunali e i rinnovi di 19 amministrazioni comunali.
Vincerà il candidato che otterrà più voti (non è previsto il ballottaggio) e e otterrà un premio di maggioranza che garantisce il 60% dei seggi alla sua coalizione se ottiene più del 45% dei voti o il 55% dei seggi se ottiene meno del 45% di preferenze.

Nel 2013 a trionfare fu il Pd con Debora Serracchiani che, però, non si ricandida per un secondo mandato consecutivo perché è stata eletta in Parlamento, alla Camera, inoltre è una dei protagonisti del dibattito interno al Pd e probabilmente avrà un ruolo anche in vista della scelta del futuro segretario. Il Pd allora prova a restare al governo del Friuli con Sergio Bolzonello, attuale vicepresidente ed ex sindaco di Pordenone, che sarà anche appoggiato dal partito di minoranza slovena Slovenska Skupnost e dalla lista di sinistra Open.

Tuttavia Bolzonello non sembra favorito secondo i sondaggi, che vedono invece in vantaggio il leghista Massimiliano Fedriga, sostenuto da tutto il centrodestra, ossia Forza Italia, Fratelli d'Italia più Progetto Fvg e Autonomia Responsabile. Completano il quadro dei candidati Alessandro Fraleoni Morgera del MoVimento 5 Stelle e Sergio Cecotti del Patto per l'Autonomia.

Tra gli ultimi sondaggi, troviamo quello realizzato da Demopolis per Il Piccolo, Messaggero Veneto, pubblicato l'8 aprile e realizzato tra i 4 e il 6 aprile, dal quale emerge che Fedriga ha preferenze tra il 45 e il 51%, Bolzonello tra il 22 e il 28%, Fraleoni Morgera tra il 21 e il 27$ e Cecotti tra l'1 e il 5%. Fedriga è anche il più conosciuto, visto che l'80% degli intervistati ha dichiarato di sapere chi è contro il 65% di Bolzonello, il 43% di Cecotti e il 36% di Fraleoni Morgera.

Il sondaggio più recente è quello di SWG, realizzato tra il 4 e l'8 aprile e pubblicato da Il Sole 24 ore il 12 aprile, che ha risultati abbastanza simili: Fedriga tra il 47 e il 51%, Bolzonello tra il 26 e il 30%, Fraleoni Morgera tra il 18 e il 22%, Cecotti tra il 2 e il 4%. Per entrambi i sondaggi gli indecisi sono intorno al 20%.

Elezioni Friuli 2018: Massimiliano Fedriga candidato del Centrodestra


Friuli 2018 Massimiliano Fedriga candidato del Centrodestra

Massimiliano Fedriga è il super favorito delle elezioni regionali in Friuli Venezia Giulia ed è uno dei fedelissimi di Matteo Salvini. La sua vittoria sarebbe importante per il Carroccio anche a livello nazionale. Compirà 37 anni il prossimo 2 luglio ed è deputato da tre legislature consecutive, dalla XVI all'attuale, anche se probabilmente dovrà abbandonare Montecitorio se davvero sarà eletto Presidente. È laureato in Scienze della Comunicazione e ha conseguito un master in gestione e analisi delle comunicazione, si definisce esperto di marketing, ma di fatto fa il politico a tempo pieno ormai da molti anni. Ha ricoperto numerosi incarichi all'interno del suo partito ed è stato candidato come sindaco di Trieste nel 2011. Nel 2015 si è parlato di lui perché è stato sospeso dall'Ufficio di Presidenza della Camera di cui faceva parte in qualità di capogruppo della Lega a causa delle sue intemperanze durante l'approvazione della legge sullo ius soli.

Elezioni Friuli 2018: Sergio Bolzonello candidato del Centrosinistra


Friuli 2018 Sergio Bolzonello candidato del Centrosinistra

Sergio Bolzonello, classe 1960, è stato Sindaco di Podernone dal 2001 al 2011 e vicepresidente della Regione durante la Presidenza di Debora Serracchiani. Ha un diploma di ragioneria conseguito frequentando le scuole serali mentre lavorava nella bottega di famiglia che vendeva prodotti caseari, poi ha lavorato come commercialista. La sua carriera politica è cominciata presto e a 28 anni è stato eletto nel Consiglio Comunale di Pordenone diventando poi Assessore al Bilancio. In seguito è tornato a fare il commercialista, ma dal 2001 la politica è diventata la sua attività grazie al doppio mandato come sindaco e poi alla vicepresidenza della Regione.

Elezioni Friuli 2018: Alessandro Fraleoni Morgera candidato del M5S


Friuli 2018 Alessandro Fraleoni Morgera candidato del M5S

Alessandro Fraleoni Morgera, 48 anni, è nato a Roma, cresciuto a Bologna, ma ormai triestino di adozione. Ha lavorato all'Elettra Sincrotone e ora è ricercatore a tempo determinato presso il Dipartimento di Ingegneria e Architettura dell'Università di Trieste. La sua carriera politica non è cominciata con il M5S, ma prima, perché nel 2009 è stato tesserato con Alleanza Nazionale, poi dal 2012 si è avvicinato al MoVimento di Beppe Grillo con la moglie, Cristina Bertoni, che nel 2016 è stata eletta al Consiglio Comunale di Trieste.

Elezioni Friuli 2018: Sergio Cecotti candidato del Patto per l'Autonomia


Sergio Cecotti candidato Elezioni Friuli 2018

Sergio Cecotti, classe 1956, è stato Sindaco di Udine dal 1998 al 2008 e Presidente della Regione Friuli per pochi mesi tra i 1995 e il 1996. Ha fatto parte della Lega Nord fino al 2003, in seguito si è candidato da indipendente, ma appoggiato dal centrosinistra. Ora si presenta con il suo movimento Patto per l'Autonomia. È un fisico, laureato alla Normale di Pisa e poi specializzato ad Harvard, in seguito ha fatto carriera tra la UCLA di Los Angeles, il CERN di Ginevra e l'ICTP di Trieste. Al suo attivo ha moltissime pubblicazioni scientifiche.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO