Roma, registrata all'anagrafe una bimba con due papà

La decisione è stata presa senza l'intervento di un giudice.

Il Comune di Roma

Dopo il caso di Torino, anche a Roma - altro comune a guida M5S - si è deciso di iscrivere all'anagrafe cittadina una bimba figlia di due padri, nata in Canada nel novembre scorso grazie alla gestazione per altri.

A rendere noto lo storico passo, effettuato senza l'intervento di un giudice, è stato l'avvocato Alexander Schuster che ha seguito il caso attraverso il proprio studio legale:

Dopo alcuni mesi di confronto con gli uffici comunali e grazie alla sensibilità di tecnici dello stato civile che hanno ponderato tutti gli argomenti pro e contro, senza intervento di alcun giudice l’esito è stato la piena trascrizione ed efficacia in Italia dell’atto di nascita canadese, realizzata il 6 aprile e conclusasi nei giorni scorsi con gli ultimi adempimenti anagrafici.

I due genitori della bimba hanno preferito rimanere anonimi, ma hanno comunque chiesto allo studio legale che li ha assistiti di rendere noto l'accaduto, così da poter "aiutare altre famiglie a conseguire la stessa dovuta tutela per i loro figli".

Nessun commento neanche dal Comune di Roma o dalla sindaca Virginia Raggi. Se la sindaca di Torino aveva condiviso le immagini di quella registrazione, con tanto di commento per quello storico traguardo raggiunto, Raggi sembra aver deciso di tenere un profilo più defilato sull'argomento.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO