Martina: "Se Direzione Pd dà ok a trattative con M5S, facciamo anche un referendum tra gli iscritti"

Secondo il reggente del Pd è necessario interpellare direttamente la base del partito.

Maurizio Martina su eventuale referendum PD-M5S

Maurizio Martina aveva avvertito: la strada delle trattative con il MoVimento 5 Stelle è lunga e faticosa, non si può fare un governo in una settimana come invece pretendevano di fare i pentastellati con la Lega (con cui però non sono riusciti a superare l'ostacolo Berlusconi). Le consultazioni con il Presidente della Camera Roberto Fico non hanno rappresentato un vero e proprio "via" alle trattative di governo, ma solo una fase preliminare. Ora si dovrà passare prima per la Direzione del Pd, convocata per mercoledì 3 maggio (pare che sulla data abbia influito un viaggio all'estero di Renzi), poi, se anche dovesse arrivare l'ok all'avvio delle trattative da parte dei dirigenti, sarà consultata anche la base del partito. Lo ha spiegato oggi il reggente Martina, che, intervistato da Maria Latella nel corso della trasmissione L'intervista su SkyTg24, ha detto:

"Il 3 maggio non dovremo decidere se fare o non fare un governo con il MoVimento 5 Stelle, ma se iniziare un confronto, entrare nel merito delle questioni, capire se ci possono essere punti d'intesa. Siamo forze molto diverse e la strada è in salita. Ma i presunti vincitori del voto del 4 marzo non hanno offerto prospettive e ipotesi concrete per il Paese. Credo che arrivati a questo punto sia giusto capire se esiste la possibilità di un confronto"

Poi ha aggiunto:

"Se la Direzione del 3 maggio darà il via libera al confronto con i Cinque Stelle penso sia giusto che l'eventuale esito finale di questo lavoro venga valutato anche dalla nostra base nei territori con una consultazione"

Chiarendo, dunque, che anche la base del partito, che per ora, a parole (sui social, ma anche durante le celebrazioni del 25 aprile), sembra così contraria a un'intesa con il M5S, sarà consultata direttamente e potrà esprimere la propria opinione e incidere sulla decisione finale.

Martina, poi, ha sottolineato che lui difende il lavoro fatto negli ultimi anni dai governi del Pd, di cui ha fatto parte, e ha detto:

"Io difenderò sempre il lavoro fatto dai governi Pd di questi anni che hanno portato l'Italia fuori da una grande crisi. Ci sono tante cose da fare ancora. Ora il tema è quello di sfidare i 5 Stelle sui nostri argomenti e capire se esiste la possibilità di un'agenda condivisa di impegni per l'Italia su alcune priorità essenziali"

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO