M5S-Lega chiedono 24 ore al Quirinale. Benevolenza critica da FI?

Matteo Salvini e Luigi Di Maio si sono incontrati alla Camera.

voto a luglio di maio con salvini abbiamo chiuso

Matteo Salvini e Luigi Di Maio si sono incontrati oggi alla Camera e hanno deciso di chiedere altre 24 ore di tempo al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella per provare a trovare un accordo per la formazione di un governo politico, scongiurando così quanto prospettato lunedì dal Capo dello Stato, un governo "di servizio", "tecnico", "di garanzia", "neutrale", insomma, un governo fatto non da politici e sicuramente sfiduciato dal Parlamento (fatta eccezione per il Pd) per traghettare il Paese verso nuove elezioni. All'interno della Lega danno l'accordo con il M5S possibile al 75%.

Intanto qualcosa si muove da Forza Italia, che finora è stata il vero impedimento al "matrimonio" tra Lega e M5S. Il governatore della Liguria Giovanni Toti, che è uno dei pupilli di Silvio Berlusconi, ma anche uno dei forzisti più vicini alla Lega, ha detto:

"ll tema vero è che la Lega e il M5S hanno i voti per insediare un governo e fare un accordo politico, a cui Forza Italia non parteciperà con un appoggio esterno. Il che non vuol dire che, dopo sei settimane di stallo del Paese, non si possa guardare a questa esperienza di un nostro socio strutturale da vent'anni, con una astensione benevola, una benevolenza critica"

Parole che si possono interpretare in diversi modi, ma che sembrano dire: non vi diamo un appoggio esterno ufficiale, ma nemmeno facciamo vera e propria opposizione. Insomma, ci sarebbe da discutere su ogni provvedimento, ma Forza Italia smetterebbe di essere un ostacolo alla formazione di un governo Lega-M5S, mantenendo tuttavia l'alleanza che resiste da anni e che è importante soprattutto negli enti locali a guida centrodestra.

Forza Italia oggi si è riunita a più riprese, prima il gruppo dei senatori a Palazzo Madama, poi i deputati alla Camera. È il segnale che qualcosa deve muoversi prima in seno al partito di Silvio Berlusconi, che deve dare una sorta di via libera a Matteo Salvini.

È ovvio che il motivo per cui Lega e M5S si stiano incontrando proprio oggi è da rintracciare nel fatto che il Presidente Mattarella è a lavoro per la formazione di un governo tecnico e avrebbe potuto annunciarlo già entro oggi, ma ora Salvini e Di Maio hanno chiesto con una nota ufficiale un giorno in più e il Capo dello Stato lo ha accordato. Intanto Mattarella domani sarà impegnato a Firenze in un impegno istituzionale.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 120 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO