Governo Lega-M5S, Di Maio: "Abbiamo chiesto tempo a Mattarella"

"Ci sono delle scadenza che ci impongono di fare presto, ma per noi è importante ultimare il contratto di governo nei migliore dei modi"

Il leader del Movimento 5 Stelle Luigi Di Maio è stato ricevuto oggi dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in un nuovo giro di consultazioni che almeno sulla carta dovrebbe servire per mettere un punto fermo sul nuovo governo a più di due mesi dalle elezioni dello scorso 4 marzo.

Di Maio, ricevuto al Quirinale insieme a Danilo Toninelli e Giulia Grillo, ha dichiarato quanto segue davanti ai giornalisti in attesa in sala stampa:

"Abbiamo aggiornato il Presidente della Repubblica su come stiano avanzando le varie interlocuzioni tra le due forze politiche, Movimento 5 Stelle e Lega, su quello che è il contratto di Governo che è l'accordo-cuore di questo Governo del cambiamento che siamo intenzionati a far partire il prima possibile. Come ben saprete, questo è un contratto di Governo sul modello tedesco che mette dentro i punti programmatici dell'una e dell'altra forza politica, quindi del Movimento 5 Stelle e della Lega. Per quanto ci riguarda noi lo sottoporremo ai nostri iscritti con un voto online. Il voto che servirà a decidere se far partire questo Governo con questo contratto oppure no. E dico chiaramente che sono molto orgoglioso delle interlocuzioni che ci sono state fino ad ora e siamo soddisfatti del clima che si respira, ma soprattutto dei punti che stanno portando a casa; sul reddito di cittadinanza, sulla Legge Fornero, sul tagli degli sprechi, sui grandi temi che riguardano i beni comuni come l'acqua pubblica, sulla lotta alla corruzione, sul carcere per chi evado il fisco. È molto importante per noi portare a casa temi per i cittadini italiani e c'è un'intenzione comune da entrambe le parti; sia io che Matteo Salvini siamo d'accordo sul fatto che di nomi, pubblicamente, non ne facciamo. E, in questo momento, abbiamo chiesto al Presidente della Repubblica del tempo per ultimare il contratto di Governo. E quindi questi prossimi giorni saranno fondamentali per chiudere il contratto e per noi per metterlo in votazione. Stanno cambiando i riti della politica. Si discute prima delle questioni che riguardano gli italiani e poi anche, parallelamente e in conclusione di quelli che saranno gli esecutori di questi temi e delle soluzioni da dare agli italiani. Mi interessa molto dirvi che siamo ben consapevoli delle scadenze internazionali che questo nuovo Governo dovrà affrontare immediatamente. Che riguardano sia il livello extra-europeo che europeo. E saranno anche dei momenti molto importanti perché si sta per decidere il nuovo bilancio dell'Unione Europea. Si andrà a discutere del regolamento di Dublino che riguarda l'immigrazione e la mano che ci devono dare gli altri Paesi a livello europeo. Ci sono delle scadenze internazionali che ci impongono di fare presto. E noi siamo d'accordo nel fare presto. Ma siccome stiamo scrivendo quello che sarà il programma di Governo dei prossimi anni, dei prossimi 5 anni, per noi è molto importante ultimarlo nel migliore dei modi. Quindi al Presidente è stata espressa l'esigenza di qualche altro giorno per poter concludere definitivamente la questione sui temi e poi poter il Governo del cambiamento al nostro Paese. Questo è un percorso di cui siamo molto contenti perché è un percorso che, come vi ho detto fa partire la Terza Repubblica. Se parte questo Governo parte veramente la Terza Repubblica. La Repubblica in cui i cittadini fanno un passo avanti e i politici fanno un passo indietro"

Matteo Salvini, accompagnato da Marco Centinaio e Giancarlo Giorgetti, sarà ricevuto da Sergio Mattarella alle 18.

Governo di tregua Luigi Di Maio in conferenza stampa

Foto | Quirinale

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 162 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO