Banca d'Italia: debito record di 2.302,3 miliardi di euro

In un mese è aumentato di 15,9 miliardi.

Banca d'Italia

Da una parte le forze politiche "vincitrici" delle elezioni del 4 marzo, MoVimento 5 Stelle e Lega, sono al tavolo delle trattative per la formazione di un governo che, se si farà davvero, avrà tra i punti del programma il reddito di cittadinanza e la flat tax, dall'altra la Commissione Ue che, la settimana prossima, nel suo giudizio sull'Italia richiamerà il nostro Paese a ridurre il proprio debito pubblico, che è il secondo in Europa.

In mezzo ci sono i dati appena forniti dalla Banca d'Italia che, nel dossier "Finanza pubblica, fabbisogno e debito" evidenzia che nel mese di marzo il debito delle amministrazioni pubbliche è aumentato di 15,9 miliardi di euro rispetto a febbraio ed è salito a ben 2.302,3 miliardi, che è un record dopo quello di 2.330 miliardi toccati a luglio 2017.

L'aumento del debito è dovuto al fabbisogno delle amministrazioni pubbliche di 20,1 miliardi, solo in parte compensato dalla diminuzione delle disponibilità liquide del ministero del Tesoro, che sono di 44,8 miliardi ed erano di 54,6 miliardi un anno fa, marzo 2017.

Le entrate tributarie nel mese di marzo 2018 contabilizzate nel bilancio dello Stato sono state di 28,5 miliardi, più o meno invariate rispetto allo stesso mese dell'anno precedente. Nel primo trimestre del 2018 le entrate tributarie sono state in tutto di 91,7 miliardi e quindi stabili rispetto al primo trimestre del 2017, anzi, al netto di alcune disomogeneità contabili, si può considerare che le entrate tributarie siano aumentate.

Ricordiamo che nei giorni scorsi la Banca d'Italia si è espressa sul reddito di cittadinanza con un dossier dal titolo "Commento alla proposta di reddito di cittadinanza del Movimento Cinque Stelle" in cui ha definito questa iniziativa "distorsiva e disincentivante".

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO