Corea Del Nord, a rischio il vertice con Trump: "Vedremo"

bombardiere B-52

16 maggio 2018, 19.00 - La Corea Del Nord non ha fatto alcun passo indietro e l'incontro previsto per oggi con la Corea Del Sud alla fine non si è svolto, come annunciato ieri. Gli Stati Uniti, però, si dicono fiduciosi a proposito del faccia a faccia tra Donald Trump e Kim Jong-un.

Il Presidente è pronto nel caso in cui l'incontro avverrà. Se non succederà, continueremo con la campagna di massima pressione già in corso.

Da Pyongyang tutto tace, ma le premesse non sono proprio delle migliori. La nota diffusa dalla Corea Del Nord precisava che l'incontro sarebbe saltato se gli USA avessero continuato ad insistere sulla distruzione dell'arsenale nucleare in possesso di Kim Jong-un.

Trump in queste ore ha ribadito che gli Stati Uniti continueranno a fare pressioni alla Corea Del Nord affinché la penisola venga denuclearizzata. Interpellato direttamente a proposito del faccia a faccia, Trump si è limitato a dichiarare un secco "vedremo".

Corea Del Nord, salta l'incontro con Seul

Si riaccende, seppur lievemente, la tensione tra la Corea Del Nord e la Corea Del Sud a poche settimane dallo storico incontro tra il leader nordcoreano Kim Jong-un e il presidente sudcoreano Moon Jae-in. Per la giornata di domani erano in programma nuove trattative di alto livello tra i due Paesi, ma oggi la Corea Del Nord ha deciso di cancellare l'incontro.

Il motivo è presto detto: un'esercitazione militare condotta dalla Corea Del Sud e dagli Stati Uniti ha innervosito Kim Jong-un, che l'avrebbe vista come una provocazione in un momento molto delicato verso la pace definitiva tra i due Paesi.

A renderlo noto è stata l'agenzia di stampa nordcoreana KCNA, che citando fonti ufficiali ha fatto sapere che il Paese ha visto questa esercitazione come una prova in vista di una possibile invasione della Corea Del Nord. Da qui la decisione di cancellare l'incontro di domani e di mettere in dubbio l'atteso faccia a faccia tra Kim Jong-un e il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump, in programma il prossimo 12 giugno a Singapore.

L'esercitazione, iniziata venerdì scorso, ha visto il coinvolgimento di circa 100 aerei da guerra, inclusi i jet F-15K e i bombardieri B-52. Sia gli Stati Uniti che la Corea Del Sud sostengono di avere tutto il diritto di effettuare delle esercitazioni a scopo difensivo, come previsto dall'accordo firmato dai due Paesi nel 1953.

Ad oggi quello di Kim Jong-un sembra soltanto un avvertimento. L'incontro con Donald Trump resta confermato fino a nuove comunicazioni.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO