Salvini: "Fatti passi avanti importanti, entro oggi si chiude"

Salvini reclama ministeri importanti come quello del Lavoro.

Matteo Salvini

Matteo Salvini oggi, intorno a mezzogiorno, ha tenuto un lungo monologo live su Facebook, seguito da una decina di migliaia di persone, ma ripreso in diretta anche da alcune tv. Il leader del Carroccio ha invitato i suoi follower a non leggere quello che scrivono i giornali che sono tornati a parlare di spread che sale, mercati che crollano, preoccupazioni di Bruxelles, di Washington e via dicendo. Salvini ha anche elencato più volte durante la diretta tutti i provvedimenti di cui si vuole occupare e ha detto che, anche se considererebbe un grande onore fare il Premier, lui è pronto a fare un passo di lato se può avere la possibilità di portare avanti le riforme che ha promesso agli elettori. Dal suo discorso sembrerebbe intenzionato a chiedere ministeri importanti, come quello del Lavoro, dell'Agricoltura e degli Interni, lasciando forse la Presidenza del Consiglio ai 5 Stelle. Salvini ha detto chiaramente: "Io non sarò mai un ostacolo alla nascita di un governo".

Tra i procedimenti che vorrebbe realizzare ci sono:

"Procedure di analisi di richieste di asilo più veloci, processi più veloci con assunzione di giudici, una stretta all'immigrazione clandestina che è un business di miliardi di euro. I 5 miliardi di euro previsti dalla sinistra per l'accoglienza vengono tagliati, quantomeno dimezzati, per mettere un po' di soldi sul capitolo rimpatri, allontanamenti, espulsioni. E poi tagliare la Fornero, studi di settore, via accise, via supertasse su sigarette elettroniche, riforma della scuola che superi quella di Renzi, sull'agricoltura e la pesca la tutela del made in Italy è sacra per la Lega. Se avessi la certezza di poter fare parecchie cose utili anche senza essere Premier mi metto in gioco e se serve faccio anche un passo di lato. La Lega ha rinunciato alla Presidenza di Camera e Senato"

Sui commenti degli ultimi giorni da parte dei commissari europei, ma anche di personalità di spicco in Italia e di giornali importanti, come il Financial Times che ha scritto "a Roma arrivano i barbari", ma Salvini risponde "meglio barbari che servi" e aggiunge:

"Più ci minacciano, più mi viene voglia di partire con questa sfida. È tornato lo spread, giochini a tavolino dei grandi della finanza. Vi ricordate come andò a casa l'ultimo governo legittimamente eletto? Sale lo spread, crolla la borsa, preoccupazione in Europa ecc. Se sono preoccupati vuol dire che ci temono. Ci insultano tutti i giornali, anche quelli di Berlusconi, vuol dire che se mettiamo d'accordo tutti i complici del disastro italiano, allora un po' di paura ce l'hanno loro. Vuoi vedere che se quelli della Lega vanno al governo le tasse le tagliano veramente?"

Salvini ha anche sottolineato un altro punto fondamentale del suo programma, quello delle autonomie regionali, che, dice, "possono essere reclamate tanto dalla Lombardia tanto dalla Puglia, perché lo Stato più fa, meno lo fa bene e l'Europa più fa, più lo fa malissimo". Poi ha detto anche: "Oggi sono contento perché abbiamo fatto dei bei passi in avanti" e ha promesso che entro oggi si chiuderà il contratto e solo dopo si passerà a parlare di nomi per il governo, mentre è confermato che nel weekend sarà interpellata la base, gli elettori della Lega che potranno esprimersi sul contratto.

Intanto Luigi Di Maio oggi ha pubblicato un post in cui ripete quanto detto ieri e quanto ha detto anche Salvini, ossia "Più ci attaccano più ci motivano":

"Dobbiamo essere felici dei temi che stiamo portando avanti. E più arrivano attacchi, più sono motivato ad andare avanti, perché vedo tanta paura in un certo establishment, tanta paura per il cambiamento. Ma chi ha paura del cambiamento, oggi è nostro nemico. Se riusciremo a fare questo governo non lo so, ma so che a questo tavolo stiamo facendo un buon lavoro. Forza, è il momento del coraggio!"

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 466 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO