Migranti, l'UE ammette: "L'Italia è stata lasciata sola per troppo tempo"

"Negando l'umanità agli altri, noi perdiamo anche parte della nostra umanità"

Frans Timmermans

L'Unione Europea ammette di aver abbandonato l'Italia per molto tempo nella gestione dei flussi migratori. O meglio, è il vicepresidente della Commissione Europea, l'olandese Frans Timmermans, ad ammetterlo senza troppi giri di parole:

In Italia molti pensano di essere stati abbandonati sul problema migrazione. È vero che per molto tempo l'Italia è stata lasciata da sola ma faccio fatica a spiegarlo.

Timmermans, pur confermando l'abbandono dell'Italia a sé stessa nella gestione dei migranti, ha precisato che è altrettanto vero che la Germania si è fatta carico di un grande numero di richiedenti asilo. Il vicepresidente, nel corso della sessione plenaria di stamattina alla Commissione Europea, ha ammonito un po' tutti:

Nessuno Stato può sostenere di essere del tutto innocente. La migrazione è un problema collettivo e richiede una soluzione collettiva. [...] La situazione nel Mediterraneo ci ricorda che non possiamo sperare che i problemi spariscano da soli. Nessuna recinzione è abbastanza alta e nessuno mare è vasto abbastanza per rendere i nostri Paesi immuni dal più grande fattore che c'è in gioco: la libertà, la prosperità e la stabilità della nostra Unione.

E, ancora:

Negando l'umanità agli altri, noi perdiamo anche parte della nostra umanità. Non dico che dobbiamo accogliere tutte le persone che vengono nell'Ue, ma dobbiamo fermare le morti nel Mediterraneo.

Foto | Commissione Europea

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 97 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO