Caso Aquarius, esposto in procura a Roma contro Matteo Salvini

"Chiedo alla procura se il rifiuto di autorizzare l’attracco nei porti italiani della nave Aquarius sia in violazione della Convenzione Internazionale sulla ricerca e il salvataggio marittimo".

Gianfranco Mascia

Un esposto in Procura contro il ministro dell'Interno e leader della Lega Matteo Salvini. A decidere di presentarlo è stato oggi il giornalista ed ecologista Gianfranco Mascia, tra i fondatori dei partito dei Verdi e del Popolo Viola, che oggi si è presentato alla Procura di Roma per presentare un esposto contro Salvini non soltanto per il comportamento del ministro con la nave Aquarius.

È stato lo stesso Mascia a spiegare in una nota il perchè di questa mossa:

Oggi ho presentato un esposto-denuncia alla Procura della Repubblica di Roma nei confronti del Ministro degli Interni Matteo Salvini sulla vicenda della chiusura dei porti e della conferenza stampa nella sede della Lega.

La prima parte dell'esposto è dedicata proprio a quanto accaduto con la nave Aquarius:

Chiedo alla procura se il rifiuto di autorizzare l’attracco nei porti italiani della nave Aquarius sia in violazione della “Convenzione Internazionale sulla ricerca e il salvataggio marittimo” siglata ad Amburgo il 27 aprile del 1979 e ratificata dal nostro Paese con la legge 147 del 1989. Una Convenzione che fissa l’obbligo di soccorso in mare a chi sia in pericolo di vita e quello del suo trasferimento in un luogo sicuro.

Il secondo punto, invece, è relativo alla conferenza stampa sul caso Aquarius che Matteo Salvini ha tenuto ieri, 11 giugno 2018, presso la sede della Lega. Il Ministro dell'Interno, spiega Mascia, ha usato la sede del proprio partito e aveva alle spalle "i loghi e i manifesti di partito":

Si chiede pertanto alle autorità in indirizzo di verificare Se l'aver tenuto da parte di un Ministro della Repubblica italiana una conferenza stampa in un luogo di partito possa essere in contrasto con le norme dell'Articolo 290 Codice penale (R.D. 19 ottobre 1930, n.1398) “Vilipendio della Repubblica, delle istituzioni costituzionali e delle Forze Armate”. Di verificare se nelle condotte sopra indicate si possano ravvisare reati.

Gianfranco Mascia non si è limitato soltanto a presentare l'esposto, ma ha invitato anche i cittadini a fare altrettanto, mettendo a loro disposizione la copia di quello da lui presentato "personalizzabile da ogni cittadino che voglia presentare la denuncia in qualsiasi ufficio di P.S. o Procura della Repubblica della penisola".

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1878 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO