Stadio Roma, Salvini: "Il costruttore lo conosco come una persona perbene"

Le reazioni dei politici agli arresti di oggi.

Matteo Salvini

In seguito agli arresti di stamani per corruzione in relazione alla costruzione dello Stadio della Roma sono arrivate le reazioni dei politici, anche di quelli che fanno parte dell'attuale Governo Conte. In particolare, il ministro Matteo Salvini, durante il suo intervento all'assemblea annuale di Confesercenti, ha parlato di Luca Parnasi, l'imprenditore coinvolto nel caso e arrestato. Salvini ha detto:

"Dico qualcosa controcorrente: chi stava lavorando alla costruzione dello stadio della Roma lo conosco personalmente come una persona perbene. Ora è nelle patrie galere, non si conosce mai una persona fino in fondo, spero possa dimostrare la sua innocenza. Le colpe personali vanno punite fino in fondo. Il Codice sugli appalti invece di semplificare complica, la legge sul caporalato invece di semplificare complica. Il proliferare di leggi, di codici e di burocrazia in Italia aiuta chi vuole fregare il prossimo. Un Paese più semplice probabilmente è meno corrotto. In un Paese dove ci metti di meno a ottenere i tuoi diritti è più difficile corrompere"

Anche da parte del MoVimento 5 Stelle ci sono state delle reazioni, soprattutto in relazione al presidente di Acea Luca Lanzalone, che è ai domiciliari ed era un consulente della giunta della sindaca Virginia Raggi per il progetto dello Stadio. La stessa Raggi ha detto:

"Aspettiamo di leggere le carte. Al momento non esprimiamo alcun giudizio. Se il progetto va avanti? Se è tutto regolare spero di sì. Chi ha sbagliato pagherà. Noi stiamo dalla parte della legalità"

Il ministro per i Rapporti parlamentari e la Democrazia diretta Riccardo Fraccaro a Radio 24 ha spiegato:

"Lanzalone lo conosco perché è stato un consulente apprezzato in varie fasi delle nostre attività politiche. Non sono mai contento quando una persona in sé viene indagata, ma se qualcuno ha sbagliato è giusto che ne risponda. Dobbiamo però capire quali sono i motivi degli arresti. Solamente dopo un'analisi attenta si potranno esprimere dei commenti sensati. Ovviamente se qualcuno ha voluto fare il furbo io sono contento che una magistratura sia intervenuta"

Intanto l'indagine potrebbe portare allo stop del progetto modificato. Ieri era scaduto il termine per presentare le osservazioni al progetto e d era stata fissata la scadenza per le controdeduzioni tra trenta giorni. A metà luglio era prevista la delibera con il progetto varato da inviare alla Regione Lazio per il via libero definitivo, ma ora tutto l'iter potrebbe essere compromesso.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO