Matteo Salvini: "Anagrafe per i rom, ma nessuna schedatura. Io non mollo"

"Al Ministero mi sto facendo preparare un dossier sulla questione rom in Italia, perché dopo Maroni non si è fatto più nulla, ed è il caos"

Matteo Salvini al Ministero dell'Interno

22:38 - Luigi Di Maio ha commentato le recenti dichiarazioni del suo collega Salvini dicendo:

"Mi fa piacere che Salvini abbia smentito qualsiasi ipotesi di schedatura e censimento degli immigrati perché se una cosa è incostituzionale non si può fare"

19.10 - Il ministro Salvini ha fatto una precisazione riguardo le sue dichiarazioni di oggi su un'anagrafe dei Rom e ha detto:

"Non è nostra intenzione schedare o prendere le impronte digitali a nessuno, nostro obiettivo è una ricognizione della situazione dei campi rom. Intendiamo tutelare prima di tutto migliaia di bambini ai quali non è permesso frequentare la scuola regolarmente perché si preferisce introdurli alla delinquenza"

e ha sottolineato di voler controllare come vengono spesi i milioni di euro che arrivano dai fondi europei.

17.00 - Le parole di Matteo Salvini, come era ovvio e come lo stesso ministro dell'Interno sapeva benissimo prima di pronunciarle, stanno suscitando polemiche da ogni parte, a cominciare dalle associazioni che si occupano della tutela dei diritti di comunità come rom e sinti, come l'Associazione 21 luglio. Il suo presidente, Carlo Stasolla, ha ricordato a Salvini che la sua proposta è vietata dalla legge:

Il ministro dell'Interno sembra non sapere che in Italia un censimento su base etnica non è consentito dalla legge. Inoltre esistono già dati e numeri su chi vive negli insediamenti formali e informali e i pochi rom irregolari sono apolidi di fatto, quindi inespellibili. Ricordiamo anche che i rom italiani sono presenti nel nostro Paese dal almeno mezzo secolo e a volte sono 'più italiani' di tanti nostri concittadini.

Le critiche non sono mancate neanche dall'opposizione. Teresa Bellonova del PD, Viceministro allo Sviluppo Economico sotto il governo Renzi-Gentiloni, ha parlato di atroci ricordi dal passato non così remoto - Tra un po’ arriveremo alla difesa della razza italiana. Lui è quello che difendeva la Costituzione… - mentre il vicepresidente del gruppo del Pd al Senato Franco Mirabelli è stato molto più diretto:

Parlare di censimenti razziali riporta alla mente atroci ricordi. Mi auguro che il ministro degli Interni italiano voglia precisare le sue affermazioni. L’evocazione, da parte di un membro del governo del mio Paese, di una sorta di pulizia etnica è inaccettabile.

Tra le varie replica è arrivata anche quella di Angela Casamonica, in rappresentanza della nota famiglia dei Casamonica, ben nota alla cronaca di Roma e del Lazio. La donna, di fatto chiamata in causa delle parole di Salvini, si è dimostrata di vedute piuttosto simili a quelle del vicepremier:

Salvini non mi fa paura, mi sembra una brava persona. Non ho niente a che spartire con lui: lui parla, fa il suo lavoro, ma con noi deve rigare dritto, non dire che viene a cacciare le persone. [...] Noi non siamo criminali, i criminali sono altri: i problemi sono quelli che escono subito dal carcere dopo che hanno commesso un crimine. Sono italiani che rubano, ammazzano, spacciano. E poi ci sono gli slavi: se Salvini parla di loro fa bene a cacciarli. Cacciasse loro, cacciasse quelli di colore, gli immigrati, e pure i cinesi che sono tantissimi...

14.00 - Il ministro dell'Interno Matteo Salvini è intervenuto questa mattina a TeleLombardia e lì, mettendo un secondo da parte la questione dei flussi migratori a cui tanto tempo ed energie sta dedicando in questi giorni, si è concentrato sui rom nel nostro Paese, italiani e non.

Salvini ha annunciato che è in preparazione presso il Ministero dell'Interno un dossier sulla situazione dei rom in Italia che fungerà da punto di partenza per quello che il leader della Lega ha definito "un censimento":

Al Ministero mi sto facendo preparare un dossier sulla questione rom in Italia, perché dopo Maroni non si è fatto più nulla, ed è il caos. Vogliamo fare una ricognizione sui rom in Italia per vedere chi, come e quanti, rifacendo quello che fu definito il censimento, facciamo un'anagrafe.

Quelli che si trovano in Italia senza essere in regola, ha spiegato Salvini all'emittente lombarda, dovranno essere espulsi in seguito ad accordi che saranno presi con i Paesi coinvolti, mentre per quanto riguarda i rom italiani non ci è andato affatto leggero: "i rom italiani purtroppo te li devi tenere a casa".

Per gli amici lombardi, ora su Telelombardia (canale 10), anche da ministro telefonate in diretta al numero 02 32.00.46.240!

Posted by Matteo Salvini on Monday, June 18, 2018

Matteo Salvini a TeleLombardia

Foto | Facebook

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 284 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO