Macron, nuovo attacco al Governo Italiano: "Populisti come la lebbra"

Emmanuel Macron ancora contro l'Italia: "I nostri amici vicini dicono le cose peggiori e ci abituiamo. Fanno le peggiori provocazioni e nessuno si scandalizza"

Emmanuel Macron

Nella giornata in cui il Governo Lega-5 Stelle ha nuovamente chiuso i porti alle navi delle Ong, Emmanuel Macron è tornato ad alzare i toni parlando del Governo Italiano, pur senza citarlo direttamente. Durante un discorso pubblico a Quimper, il Presidente francese è tornato a parlare dei "populisti", paragonandoli alla lebbra: "Voi li vedete crescere come una lebbra un po' dappertutto in Europa, nei Paesi in cui non pensavamo fosse possibile vederli tornare. I nostri amici vicini dicono le cose peggiori e ci abituiamo. Fanno le peggiori provocazioni e nessuno si scandalizza".

Macron ha quindi esortato tutti a "combattere e denunciare": "Ho bisogno di queste terre che credono nell'Europa, ho bisogno dei francesi che credono in questo progetto perché conoscono la nostra storia, perché conoscono il prezzo del nazionalismo, perché conoscono il costo della stupidità, perché sanno che possiamo guardare le paure in faccia e cercare di affrontarle in un modo che è sempre più difficile, perché nessuno è mai soddisfatto. Ma chi è più responsabile di chi gioca con le paure?".

Attraverso Facebook è arrivata l'immediata replica di Luigi Di Maio, che ha ricordato a Macron i respingimenti alla frontiera con l'Italia: "Queste sono le parole che ha appena pronunciato Macron. Sono offensive e fuori luogo. La vera lebbra è l'ipocrisia di chi respinge gli immigrati a Ventimiglia e vuole farci la morale sul diritto sacrosanto di chiedere una equa ripartizione dei migranti. La solidarietà o è europea o non è".

Anche Matteo Salvini ha replicato, sempre attraverso Facebook: "Gli insulti dei chiacchieroni Macron e Saviano non mi toccano, anzi mi fanno forza. Mentre loro parlano, io oggi sto lavorando per bloccare il traffico di immigrati clandestini nel Mediterraneo e per restituire agli italiani le numerose ville sequestrate ai mafiosi. C'è chi parla, c'è chi fa. Bacioni".

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 334 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO