Grecia promossa dall’Eurogruppo, Atene fuori dalla crisi dopo 8 anni

Di “momento storico” parla il commissario Ue agli affari economici Pierre Moscovici

grecia fuori dalla crisi accordo eurogruppo gettyimages-462173394.jpg

Grecia promossa dall’Eurogruppo che ha raggiunto un’intesa di massima per un’uscita "light" di Atene dal suo terzo piano di salvataggio. L’accordo siglato nella notte a Lussemburgo, prevede misure per l’alleggerimento del debito.

In base all'accordo raggiunto dai ministri delle Finanze dell’Eurozona, ad Atene verrà concessa l’ultima tranche del prestito di 15 miliardi di euro. Negli ultimi otto anni la Grecia ha ricevuto ben 273 miliardi di euro di aiuti, in tre distinti programmi di salvataggio gestiti dalla Troika (Commissione Ue, Bce, Fmi) in cambio di rigide politiche di austerità. Misure e riforme "lacrime e sangue" che hanno provocato malcontento e proteste nella popolazione.

L’accordo di Lussemburgo prevede che Atene possa posticipare di 10 anni il pagamento dei 110 miliardi di euro di prestiti ricevuti dal fondo salva-Stati Efsf, con altri 10 anni di paracadute, in cui cioè non scatteranno le sanzioni se non si ripagherà il prestito.

La tranche finale di aiuti pari a 15 miliardi serve per la copertura del fabbisogno finanziario 2019. La Grecia lascia il programma di aiuti "con un'economia più forte, ottenuta grazie alle riforme, ed è importante che prosegua nello sforzo" spiega una nota diffusa dell’Eurogruppo.

Di "momento storico" parla il commissario Ue agli affari economici Pierre Moscovici. Dall’1,4% del 2017, il Pil greco quest’anno è visto in crescita fino all'1,9% e fino al 2,3% nel 2019. Per quanto riguarda i conti pubblici Atene ha ora un avanzo di bilancio dello 0,8% del Pil: nel 2009 aveva un disavanzo pari al 15,1%.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO