Vaccini, la senatrice M5S: "La Ministra Grillo non dimentichi i bimbi fragili come il mio"

"Auguri per la sua gravidanza, io mio figlio non l'ho potuto vaccinare"

Post Elena Fattori

Come promesso in campagna elettorale, Lega e Movimento 5 Stelle sono intervenuti per depotenziare il Decreto Lorenzin. Ieri una circolare interministeriale ha infatti stabilito che per iscrivere i bambini all'anno scolastico 2018-19 le famiglie non dovranno più presentare la documentazione dell'ASL, con la quale si attestava che il bambino era stato sottoposto ai vaccini obbligatori per legge. Per l'iscrizione a scuola sarà infatti sufficiente un'autocertificazione, grazie alla quale, difatti, si potrà consentire ai complottisti più agguerriti di mentire e prendersi così beffa dell'obbligo vaccinale.

Si fa fatica a comprendere l'atteggiamento della Ministra Grillo - Medico di professione - che da una parte firma questa circolare insieme al ministro dell’Istruzione Marco Bussetti, mentre dall'altra annuncia di essere incinta e di aver intenzione di vaccinare il suo nascituro. Con questa circolare si è affermato il principio in base al quale può esistere una libertà di scelta anche per opporsi ad incontrovertibili evidenze scientifiche.

In questo modo il Governo ha voltato le spalle ai più deboli, cioè a quelli che non avranno la facoltà di esercitare questa risibile libertà. Tra queste persone c'è anche la Senatrice Elena Fattori, esponente proprio del Movimento 5 Stelle e madre di un bambino immunodepresso.

La Senatrice ha pubblicato un post su Facebook rivolgendosi alla Ministra del suo Movimento: "Faccio i miei più sentiti auguri alla ministra Giulia Grillo che diventerà mamma. Le auguro anche di poter vaccinare suo figlio come ha dichiarato. Perché non sempre questa volontà si può adempiere. Mio figlio Nicoló appena nato è stato ricoverato in terapia intensiva e, insieme a tanti bimbi fragili, almeno quelli che ce l’hanno fatta, è sopravvissuto alla sua prima infanzia grazie al fatto che non ha contratto malattie difficili. Non è andato al nido, non si poteva vaccinare, non sono stata libera di scegliere perché giravano malattie che dovrebbero essere scomparse e lui non ce l’avrebbe fatta. Le auguro anche che tutti quelli che firmano l’autocertificazione dichiarino il vero così potrà portare il suo bimbo al nido senza patemi d’animo. Con la preghiera di ricordarsi, quando darà i suoi pareri sulla legge che verrà, di tutti i bimbi fragili e di tutte le mamme silenziose che li osservano senza fare clamore come foglie appese a un albero quando tira vento forte".

In modo garbato la senatrice ha fatto presente che, con questa iniziativa del Governo, pensata per non ghettizzare i bambini ai quali è capitata in sorte una famiglia di creduloni finti informati, si finirà per emarginare chi non ha alcuna libertà di scelta e sarà costretto, ancora più in solitudine, a fare i conti con i propri problemi.

Faccio i miei più sentiti auguri alla ministra Giulia Grillo che diventerà mamma ❣️.
Le auguro anche di poter vaccinare...

Pubblicato da Elena Fattori su Giovedì 5 luglio 2018
Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 136 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO