Rai, Renzi: "Lega e M5s perdono ma vanno avanti, Camere umiliate"

La E-news dell'ex presidente del Consiglio dopo il caso Foa

matteo-renzi-foa-m5s-lega umilianocamere

Matteo Renzi all’attacco sulle nomine Rai: dopo la bocciatura di Marcello Foa a presidente della tv pubblica in Commissione Vigilanza, grazie all’asse Pd-Forza Italia che non hanno partecipato al voto, l’ex presidente del Consiglio ce l’ha con Matteo Salvini e l'altro vicepremier Luigi Di Maio che anziché cambiare nome ripropongono lo stesso Foa in totale spregio delle Camere.

La nuova legge sulla RAI attribuisce molti poteri al Direttore Generale. Viene coinvolto per la prima volta un consigliere eletto dai lavoratori. Si individua nel Presidente la figura di garanzia per la quale occorre il consenso anche di parte dell'opposizione (due terzi). Lega e Cinque Stelle dissero che questa riforma era assurda perché dava poco potere all'opposizione. E oggi, con invidiabile coerenza, siccome sono maggioranza provano a prendersi anche il Presidente, da soli. Vanno in Parlamento, perdono, vengono bocciati. E cosa fanno? Anziché scusarsi e cambiare nome vanno avanti lo stesso. Umiliano Camera e Senato: è vero che Casaleggio ha detto che tra qualche anno il Parlamento potrebbe essere inutile. Ma finché c'è, bisognerebbe rispettarne i voti...

scrive Renzi nella sua E-News.


  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO