Nave Diciotti: esposto contro Salvini, i reati ipotizzati

Secondo il Legal Team Italia i migranti furono trattenuti illegalmente e sottoposti a un trattamento "inumano e degradante". Il ministro dell'Interno avrebbe agito oltre le sue competenze

salvini nave diciotti

Sul caso della motonave Diciotti della Guardia Costiera un gruppo di avvocati del Legal Team Italia ipotizza a carico di Matteo Salvini tutta una serie di reati. La Diciotti, nave militare italiana, rimase al largo di Trapani per due giorni con 67 migranti sopravvissuti a un naufragio aspettando il permesso di sbarcare da parte del governo.

La Diciotti riuscì ad approdare nel porto siciliano il 12 luglio solo dopo l’intervento del Presidente della Repubblica, in pressing sul premier Giuseppe Conte per sbloccare la situazione. Salvini, secondo l’esposto presentato dagli avvocati del Legal Team Italia presso la procura della Repubblica di Roma, avrebbe dato ordini e direttive su materie che non rientrano nelle sue competenze.

Il ministro dell’Interno potrebbe essere accusato di abuso d'ufficio, violenza privata, sequestro di persona ma anche di attentato alla Costituzione. 
I legali sostengono che i migranti furono trattenuti illegalmente e sottoposti a un trattamento "inumano e degradante".

Sempre secondo gli avvocati del Legal Team Italia anche i militari della Guardia costiera e i dirigenti della Capitaneria di Porto potrebbero essere indagati nel caso in cui l'ordine di negare l'approdo risultasse illegittimo o non sia mai stato dato formalmente. Ora la procura capitolina dovrà valutare se e come procedere non prima di aver acquisito tutta la documentazione sul caso Diciotti.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO