Francia: 130mila posti vacanti, ristoratori vogliono assumere i migranti

ristoranti francia

Ristoratori e albergatori francesi lanciano un appello al governo: "lasciateci assumere i migranti". La palla ora passa al capo dell’esecutivo, Edouard Philippe, che dovrebbe semplificare le procedure per l'ottenimento del permesso di lavoro per i migranti irregolari. Stando a quanto riferisce il Gruppo nazionale degli albergatori e dei ristoratori indipendenti presieduto da Didier Chener, infatti, nel settore ci sarebbero qualcosa come 130mila posti di lavoro vacanti che i cittadini francesi non sembrano potere o volere occupare.

Stando a quanto riferiscono fonti giornalistiche francesi, sarebbe in atto un dialogo fitto tra il governo da una parte e ristoratori e albergatori dall’altra per trovare un compromesso che consenta di facilitare la regolarizzazione degli immigrati. Secondo le normative vigenti, infatti, in Francia è possibile assumere un rifugiato o richiedente asilo solo nove mesi dopo la sua richiesta di protezione. Nel caso dei migranti economici, invece, la situazione è ancora più complicata poiché non sono autorizzati a lavorare sul suolo francese senza un regolare permesso di soggiorno.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO