Salvini: "Non vogliamo togliere gli 80 euro né aumentare l'Iva"

Il vicepremier commenta e smentisce le indiscrezioni sul vertice di ieri.

Matteo Salvini

Già alcuni siti ieri sera e alcuni giornali in edicola stamattina hanno diffuso un'indiscrezione secondo la quale nel vertice che si è svolto ieri sulla manovra economica prima dell'ultimo Consiglio dei Ministri che precede le ferie agostane ci sarebbero stati degli screzi tra i membri del governo.

In particolare, al vertice hanno preso parte il ministro dell'Economia Giovanni Tria, il ministro degli Affari Europei Paolo Savona, il Premier Giuseppe Conte e i due vicepremier Luigi Di Maio e Matteo Salvini. Alcuni giornali hanno scritto che Tria avrebbe proposto di aumentare l'Iva per non incorrere nelle clausole di salvaguardia, trovando però il veto dei due vicepremier, mentre la manovra prevederebbe la cancellazione dei bonus di 80 euro introdotti dal governo Renzi.

Ebbene oggi sia Luigi Di Maio, sia Matteo Salvini hanno smentito queste indiscrezioni. In particolare il ministro dell'Interno ha detto, senza mezzi termini:

"Il governo non pensa di togliere gli 80 euro e non vuole aumentare l'Iva"

e ha aggiunto:

"Spiace dover rincorrere alcune indiscrezioni dei giornali palesemente false e che servono solo per riempire le pagine di quotidiani ad agosto"

Ha anche sottolineato che il governo sta lavorando per attuare il proprio programma. Anche fonti di Palazzo Chigi hanno confermato che non ci sarà l'abolizione degli 80 euro per finanziare gli sgravi fiscali. Tuttavia non sono arrivate ancora precisazioni sulle coperture della manovra economica che supererà i 20 miliardi.

C'è anche sempre il nodo del reddito di cittadinanza e della flat tax, che le due forze di governo hanno promesso di avviare al più presto.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 186 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO