Scuola e vaccini, Grillo: "Valutiamo un obbligo flessibile sui territori"

"Prevederemo delle misure flessibili di obbligo nelle regioni e nei comuni dove ci sono tassi più bassi di copertura vaccinale o emergenze epidemiche"

Giulia Grillo

La Ministra della Salute Giulia Grillo è tornata a parlare dell'autocertificazione per i vaccini in vista dell'avvio del nuovo anno scolastico e dopo le dichiarazioni di ieri ha voluto rispondere ai presidi delle scuole italiane che si erano opposti alla circolare del Ministero e avevano annunciato l'esclusione dalle scuole materne ed elementari di tutti i bambini non in possesso di regolare certificato Asl con l'elenco dei vaccini eseguiti.

Intervenuta stamattina ad Omnibus su La7, Grillo ha parlato di una polemica surreale nei suoi confronti, quasi di un atto politico contro di lei:

Mi sembra una polemica surreale e un atto politico contro di me che non c'entro niente. Ormai ho le spalle larghe e sono abituata. L'autocertificazione è stata usata per tutto il 2017 e la presa di posizione di ieri dei presidi non la capisco, visto che la circolare è di un mese fa, il 5 luglio. Tra l'altro non esiste una circolare Grillo ma è stata fatta insieme al ministro Bussetti.

Grillo difende la propria posizione, sottolineando come l'autocertificazione sia stata usata anche lo scorso anno:

Noi abbiamo semplicemente deciso di continuare ad usare lo strumento dell'autocertificazione nel 2018 anche perchè il ministro Lorenzin non ha fatto l'anagrafe nazionale. Autocertificazione significa certificare il vero e non il falso altrimenti sono previsti 6 mesi di carcere. Lo strumento dell'autocertificazione è stato usato per tutto il 2017, non capisco questa presa di posizione di ieri. Lo useremo anche per il 2018 perché Lorenzin non ha istituito l'Anagrafe vaccinale nazionale e non volevamo caricare il cittadino di un onere ulteriore costringendolo a fornire tutta la documentazione.

Il problema che la Ministra Grillo non sembra tenere troppo in considerazione è il numero sempre crescente di persone e nuclei familiari cosiddetti no-vax e di come, nonostante le pene per chi dichiara il falso, esistono decine di forum e gruppi di Facebook in cui ci si scambia consigli su come mentire e non farsi scoprire, anche perchè se davvero è sufficiente l'autocertificazione, chi e quando va a controllare se è stato dichiarato il falso?

A settembre, però, proprio in vista del nuovo anno scolastico, Grillo e la maggioranza puntano a lanciare una grande campagna di sensibilizzazione sui vaccini:

Abbiamo depositato ieri la proposta di legge della maggioranza, sarà parlamentare, in cui spingeremo per il metodo della raccomandazione che è quello che noi prediligiamo da un punto di vista politico, nel quale prevederemo delle misure flessibili di obbligo sui territori, quindi nelle regioni e nei comuni dove ci sono tassi più bassi di copertura vaccinale o emergenze epidemiche.

Peccato però - e lo vediamo ogni giorno - che chi si oppone con forza all'obbligo vaccinale preferisce credere ai rimedi della nonna e a fantomatiche personalità senza competenze e conoscenze rispetto a fior di medici e fonti autorevoli che dicono l'esatto contrario.

Foto | Facebook

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 56 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO