Roberto Saviano condannato per una mancata rettifica in "Gomorra"

Dovrà risarcire di altri 15mila euro l'imprenditore Vincenzo Boccolato.

Roberto Saviano

Secondo quanto riporta l'Ansa, Roberto Saviano è stato nuovamente condannato a risarcire l'imprenditore Vincenzo Boccolato, incensurato e residente all'estero. In pratica, in un passaggio di Gomorra, Boccolato viene descritto come un esponente di un clan di camorra con un ruolo non marginale nel traffico di cocaina.

Quattro anni fa Saviano e Mondadori Libri (suo editore) sono stati condannati a risarcirlo con 30mila euro per diffamazione e la sentenza è diventata definitiva il 28 novembre 2013. Tuttavia, le nuove copie di Gomorra, ristampate da quella data fino al gennaio 2016, sono state stampate esattamente come prima, ossia senza la rettifica.

Ora gli avvocati di Boccolato, Alessandro Santoro, Sandra Salvigni e Daniela Mirabile, fanno sapere che tre giorni fa è stato depositato un provvedimento, firmato dal giudice Angelo Claudi Ricciardo della prima sezione civile di Milano, che impone a Saviano e Mondadori di pagare altri 15mila euro all'imprenditore, proprio a causa della mancata rettifica.

Secondo il giudice il fatto che il libro sia stato stampato ancora con il passaggio "incriminato" costituisce un "nuovo illecito diffamatorio" con "caratteristiche del tutto analoghe a quelle già accertate in sede civile" poiché non si è "tempestivamente provveduto all'adozione delle necessarie precauzioni a tutela della reputazione del Boccolato", ossia l'eliminazione delle affermazioni ritenuto "dannose" per l'imprenditore sotto il profilo patrimoniale e non patrimoniale o l'aggiunta di una postilla per rendere noto ai lettori che c'è stata la sentenza del 2013 con la quale Saviano è stato condannato per diffamazione ai danni di Boccolato.

Però oggi almeno una buona notizia per Saviano c'è, anche se non riguarda questa notizia: è stato insignito del premio Ambiente e Legalità di Legambiente per il suo costante e concreto impegno nel denunciare le mafie e la loro pericolosità per l'ambiente e la vita civile delle comunità.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO