Papa Francesco ai giovani: "Non ci sono pasticche che vi fanno sognare. Quelle bruciano i neuroni"

Il Pontefice al Circo Massimo davanti a 70mila giovani.

Al Circo Massimo, nel corso dell'evento "Vado al Massimo", che anticipa il Sinodo dei Giovani (3-28 ottobre), Papa Francesco ha parlato a circa 70mila ragazzi e come tema principale ha scelto i sogni.

Il Pontefice ha detto ai presenti:

"I sogni dei giovani sono i più importanti di tutti. Fanno un po' paura agli adulti, forse perché hanno smesso di rischiare, forse perché mettono in crisi le loro scelte di vita. Ma voi non lasciatevi rubare i vostri sogni"

Poi ha aggiunto:

"I vostri sogni sono la vostra responsabilità e il vostro tesoro: fate che siano anche il vostro futuro. I sogni vanno fatti crescere. Ma vi siete mai chiesti da dove vengono? Sono sogni grandi oppure sogni piccoli, miseri, che si accontentano del meno possibile? La Bibbia ci dice che i sogni grandi sono quelli capaci di essere fecondi, di seminare pace e fraternità. Un giovane che non sa sognare è un giovane anestetizzato. È triste vedere i giovani da divano. Giovani senza sogni che vanno in pensione a 22 anni. Il giovane che sogna cose grandi va avanti, non va in pensione presto"

E ha disseminato durante il discorso alcuni consigli:

"Niente pessimismo: rischio, sognare e avanti. Voi siete maestri nel sogno. Siate pellegrini sulla strada dei vostri sogni e rischiate, senza paura, su quella strada. La vita non è una lotteria, la vita si fa. E tutti noi abbiamo la possibilità di farlo. Non ci sono pasticche che fanno sognare, quelle bruciano i neuroni, addormentano il cuore e ti rovinano la vita. I sogni non si comprano, sono un dono di Dio"

Poi si è rivolto anche ai genitori, invitandoli ad aiutare i loro figli a trovare un amore stabile, mentre sulla Chiesa ha detto che "il clericalismo è la perversione della Chiesa".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO