Salvini: "reintroduzione servizio militare", ma la Difesa lo frena

"Così almeno impari un po' di educazione che mamma e papà non sono in grado di insegnarti"

servizio militare obbligatorio Matteo Salvini

La reintroduzione del servizio militare è "unʼidea romantica". È quanto trapela da fonti vicine al Ministero della Difesa e riportate da diverse agenzie di stampa. Secondo le stesse fonti, "il ministro Trenta si è già espresso sul tema: i nostri militari sono e debbono essere professionisti e su questo aspetto è d'accordo anche Salvini". Già nel recente passato, il titolare della Difesa aveva ribadito che la leva obbligatoria sia "non più al passo con i tempi". I soldati, aveva aggiunto, "sono professionisti. E non abbiamo più le truppe che vengono dalle Alpi. Quindi non c'è più bisogno di tanti soldati tutti insieme".

Insomma, sebbene la proposta di Salvini abbia diviso l’opinione pubblica attraverso i social network, la posizione della maggioranza di governo sembra essere nettamente contraria nei confronti di un provvedimento che non è nemmeno presente nel contratto stipulato da Lega e Movimento 5 Stelle dopo le ultime elezioni politiche.

Salvini e il servizio di leva

Il Ministro dell’Interno Matteo Salvini pensa alla reintroduzione del servizio militare obbligatorio. Durante un comizio a Lesina in Puglia ieri il leader della Lega ha spaziato a tutto campo, dall’attualità all’economia, per poi aggiungere che rispetto ai tanti casi di maleducazione e di assenza di senso civico spesso riportati dalle cronache

"facciamo bene a studiare i costi, i modi e i tempi per valutare se, come e quando reintrodurre per alcuni mesi il servizio militare, il servizio civile per i nostri ragazzi e le nostre ragazze così almeno impari un po' di educazione che mamma e papà non sono in grado di insegnarti"

Il ministro vorrebbe insomma

"che oltre ai diritti tornassero a esserci i doveri".

Queste le parole di Salvini così come le riporta l'agenzia Ansa. La leva obbligatoria è stata sospesa, non abolita, in Italia a partire dal 2005, per effetto della legge n. 226 del 23 agosto 2004.

Servizio militare obbligatorio, la situazione in Europa

In Europa il servizio di leva obbligatorio, ma con possibilità di obiezione di coscienza e di servizio civile, è ancora previsto in paesi come Germania e Austria mentre in Francia, Portogallo e Spagna la situazione è simile a quella italiana. Anche in Grecia il servizio militare è obbligatorio ma qui non esiste il servizio civile da svolgere in alternativa.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO