Video, Pontida: Salvini contestato da 17enne. Lui prima la prende in giro, poi la difende

Quando i militanti hanno cominciato a fischiarla Salvini ha chiesto di smettere.

Matteo Salvini ieri sera è stato a Pontida, per l’ennesima festa della Lega di questa lunga estate 2018. Mentre parlava, a un certo punto, è stato interrotto da una ragazza di 17 anni che gli ha urlato “Salvini razzista, non ti vogliamo”, poi ha continuato aggiungendo altri aggettivi come “fascista” e “xenofobo”. Lui ha reagito subito prendendola un po’ in giro e dicendo che fermandosi a quegli aggettivi non era una vera militante di sinistra, che doveva quantomeno chiamarlo anche “populista”.
A quel punto i militanti della Lega presenti hanno iniziato a fischiare la ragazza, poi a urlarle “Fuori, fuori”, ma Salvini questa volta si è schierato in parziale difesa della minorenne, dicendo:

"Ragazzi, non voglio che usiate più mezza parola e mezza energia per quella ragazza che ha diritto di stare qua ad ascoltare. Se vola una mosca me ne vado. È meglio che stia qui che davanti alla televisione a rimbambirsi, almeno qualcosa le rimane. I comizi della Lega sono così, io adoro il confronto, adoro la critica"

Matteo Salvini contestato a Pontida Video

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO