Genova, Renzi all'attacco: "Lega votò per Autostrade e prese i soldi, Conte legale dei concessionari”

"Lo squallido Di Maio ci infama, ma i soldi da Autostrade li ha presi la Lega, non noi"

renzi-lega-soldi-autostrade-conte-legale-concessionari.jpg

L’ex premier Matteo Renzi alla carica sull’affaire Autostrade, sulla questione del rilascio delle concessioni pubbliche alla società: "Lo squallido Di Maio ci infama, ma i soldi da Autostrade li ha presi la Lega, non noi. Conte era il legale dei concessionari. E Salvini ha votato a favore del decreto legge pro Autostrade, mentre noi abbiamo votato contro. Questi sono fatti, non fakenews" spiega il senatore Pd che rinfocola la polemica politica montata dopo il crollo del Ponte Morandi a Genova, lungo la A10, il 14 agosto.

Renzi si riferisce anche a Luigi Di Maio che nei giorni scorsi aveva detto che il governo Conte è il "primo a non avere preso i soldi dai Benetton" famiglia che tramite Atlantia controlla Autostrade.

Il Ministro dell’Interno e vice premier Matteo Salvini nelle scorse ore ha ammesso di aver votato per il rinnovo della concessione ad Autostrade per l’Italia nel 2008 aggiungendo però che allora la responsabilità di vigilare era di altri non sua.

Anche da Forza Italia arrivano attacchi al governo sull’ultimo annuncio fatto dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli secondo cui nazionalizzare la rete autostradale converrebbe: "Chi sbaglia deve pagare, ma la collaborazione tra pubblico e privato non può essere messa in discussione" dice la capogruppo azzurra alla Camera Mariastella Gelmini.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO