Moody's rivede al ribasso il PIL Italiano, tagliate stime di crescita

L'agenzia di rating: USA driver dell'economia mondiale, ma lo slancio potrebbe aver raggiunto il suo picco

moody's taglia stime pil italia

Moody's abbassa le stime di crescita dell’Italia rivedendo al ribasso il Pil italiano sia per il 2018, a 1,2% dal precedente 1,5%, sia per il 2019, a 1,1% dall’1,2% precedente. L’abbassamento viene spiegato dall’agenzia internazionale di rating con una forza dell’economia italiana "inferiore alle attese" nel secondo trimestre di quest’anno.

Moody's parla di "uno slancio più debole del previsto" per l’Italia nel periodo aprile-giugno 2018 mentre la crescita globale "resta solida" anche se le "tensioni commerciali Usa-Cina quest'anno peggioreranno, pesando sulla crescita nel 2019".

Secondo il Global macro outlook aggiornato di Moody's, la solidità dell’economia globale potrebbe aver raggiunto infatti "il suo picco". Se gli Stati Uniti restano il "driver" della crescita mondiale, in Europa a farla da padrona è la Germania con un Pil in crescita del 2,2% quest’anno e dell’1,7% l’anno prossimo.

Tagliata invece, ma solo per il 2018, anche la previsione sul Pil francese, all’1,8 dal precedente 2%, mentre per il 2019 viene confermato all’1,8%. Sempre secondo l’agenzia di rating, la Banca centrale europea continuerà con la sua politica espansiva almeno fino al terzo trimestre dell’anno prossimo e il Pil dell’intera eurozona è visto in crescita del 2,1% nel 2018 e dell’1,8% nel 2019.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO