Crollo del ponte di Genova, la Cei: "No a sciacallaggio politico, odi e vendette"

Le parole del cardinale arcivescovo di Perugia-Città della Pieve Gualtiero Bassetti, presidente della Cei.

Gualtiero Bassetti

Il cardinale arcivescovo di Perugia-Città della Pieve Gualtiero Bassetti, presidente della Cei (Conferenza Episcopale Italiana), nel suo articolo intitolato "Fra due sponde", pubblicato su Il Settimanale de "L'Osservatore" per la rubrica "Dialoghi", ha parlato del crollo del ponte di Genova e ha scritto che questo è il "tempo della vicinanza" come le famiglie delle vittime, con gli sfollati e con tutta la città di Genova, una vicinanza "fattiva, operosa, intima, silenziosa e non rabbiosa, senza fomentare odi ideologici, senza atti di sciacallaggio politico e desideri di vendette".

Bassetti si è soffermato in particolare sulle parole del cardinale Angelo Bagnasco nell'omelia durante il funerale di Stato di alcune delle vittime. Il cardinale Bagnasco, infatti, ha detto che il crollo del ponte è "uno squarcio nel cuore di Genoa" e Bassetti ha sottolineato che questa ferita profondissima tocchi non solo il capoluogo ligure, ma l'anima di tutto il Paese.

Secondo il presidente della Cei "nessuna persona può rimanere indifferente di fronte a questa tragedia: un piccolo granello di polvere di quelle rovine è infatti caduto sulla testa di ogni italiano; e i nomi delle incolpevoli vittime risuonano nelle nostre preghiere".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO