Diciotti, Di Maio all'UE: "Soluzioni rapida o stop ai finanziamenti" - VIDEO

"Io condivido pienamente quello che ha detto il Presidente Conte: l'Unione Europea deve battere un colpo".

In questi ultimi giorni il Ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio era riuscito ad evitare di esprimersi sul caso della nave Diciotti e aveva scelto il silenzio anche quando il suo collega vicepremier Matteo Salvini aveva attaccato in modo diretto la terza carica dello Stato, il Presidente della Camera Roberto Fico, membro di quel Movimento 5 Stelle di cui Di Maio è di fatto il leader.

E se in difesa di Fico erano giunti anche dei parlamentari dell'opposizione, le prime parole di Luigi Di Maio sul caso Diciotti hanno evitato la questione. Anzi, sono state parole di supporto nei confronti della posizione adottata da Matteo Salvini: non far scendere nessuno finché l'Unione Europea non prenderà un impegno concreto.

Io condivido pienamente quello che ha detto ieri il Presidente Conte: l'Unione Europea deve battere un colpo. Allo stesso tempo siano attentissimi alle condizioni di salute e di rispetto dei diritti umani a bordo della Diciotti, sono stati fatti sbarcare i minori e dico a tutti che il governo è compatto. E rilancio un'altra cosa: in questi mesi noi abbiamo avuto modo di vedere come funzionava la linea morbida nei confronti dell'Unione Europea e come funziona invece la linea dura.

Di Maio è andato anche oltre e ha minacciato l'UE, in vista della riunione della Commissione Europea di domani, di togliere il famoso finanziamento dei 20 miliardi di euro all'anno - già oggetto di attacco da parte del Movimento - se quel vertice non si concluderà con una soluzione per i 150 migranti rimasti a bordo della nave Diciotti ormeggiata da giorni nel porto di Catania.

Sulla linea dura voglio fare un'altra proposta, e lo dico come capo politico del Movimento 5 Stelle: se l'Unione Europea si ostina con questo atteggiamento, cioè se domani dalla riunione della Commissione Europea non esce nulla, se non decidono nulla sulla nave Diciotti e sulla redistribuzione dei migranti, allora io e tutto il Movimento 5 Stelle non saremo più disposti a dare 20 miliardi di euro ogni anno all'Unione Europea. Ce ne prendiamo una parte e non siamo disposti, se non ci aiutano, a votare una legge di bilancio che preveda ancora il finanziamento di 20 miliardi all'Unione Europea.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO