La Spagna rimanda in Marocco i 116 migranti entrati a Ceuta

CEUTA, SPAIN - AUGUST 22: African migrants enter the Centre for Temporary Stay of Immigrants (CETI) after successfully breaching the border from Morocco into the Spanish exclave of Ceuta on August 22, 2018 in Ceuta, Spain. This morning 100-150 mostly sub-saharan refugees crossed the barb wire fence from Morocco into Ceuta. Many migrants are seeking to reach Europe through Ceuta and a second Spanish exclave, Melilla, as the migrant route has shifted towards the western Mediterranean and away from the Balkans. (Photo by Alexander Koerner/Getty Images)

I 116 migranti che due giorni fa erano riusciti a entrare nell'enclave spagnola di Ceuta sono stati rimandati in Marocco a gruppi di dieci persone dalla polizia iberica. Ceuta è la porta dell’Europa per i disperati in arrivo dall’Africa sub-sahariana.

Il governo socialista di Pedro Sanchez per respingere i migranti ha fatto leva secondo la stampa locale su un’intesa siglata nel 1992 con il Marocco. L'accordo prevede l'espulsione in meno di dieci giorni dei cittadini di paesi terzi che entrano illegalmente nella penisola iberica passando dal paese del Maghreb.

Il quotidiano El Pais, citando rapporti della Guardia Civil, spiega che dietro gli "assalti dei migranti" alle frontiere di Ceuta e Melilla ci sarebbe la mafia che pagherebbe 200 dirham, circa 18 euro, a ogni migrante per l'assalto alla barriera.

Ceuta e Melilla, porta dell'Europa per i migranti

Ceuta e Melilla sono due città autonome spagnole in territorio Nord africano, la prima si faccia sul Mediterraneo, vicino allo Stretto di Gibilterra, la seconda sulla costa orientale del Marocco.

Le barriere di Ceuta e Melilla, sono due distinte barriere di separazione, due alte recensioni in filo spinato rispettivamente di 8 e 12 km, che separano il territorio del Marocco da quello delle due enclave iberiche al fine di disincentivare l’immigrazione irregolare e il contrabbando.

Dall’alto cecchini armati della Guarda civil sorvegliano e sparano proiettili di gomma. Ieri sette agenti sono rimasti feriti mentre i migranti venivano respinti dall’assalto alla rete di protezione anche usando poderosi getti d’acqua.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO