Codacons: a settembre rischio stangata su pane e pasta

pane pasta

Il Codacons lancia l’allarme: a settembre potrebbe esserci un aumento su pane e pasta che graverà sulle famiglie italiane per circa 45 euro l’anno. È il risultato della siccità che ha colpito i principali Paesi produttori di grano e che avrà come conseguenza un aumento dei listini del 5% per una “stangata” complessiva da 2,7 miliardi di euro annui. Al contempo, sono previsti gli “immancabili” aumenti per le spese scolastiche con un incremento dello 0,8% rispetto ai costi sostenuti nel 2017.

Il presidente del Codacons, Carlo Rienzi, ricorda come il grano sia alla base della dieta degli italiani, con una spesa mensile di circa 76 euro per pane e cereali e un giro d’affari da 8 miliardi annui. La popolazione del Bel Paese consuma in media 24 chilogrammi di pasta e 60 di pane, pizze focacce pro capite. Ne consegue che una diminuzione delle scorte di grano avrà inevitabilmente ripercussioni dirette sui prezzi della materia prima e dei prodotti al dettaglio.

L’allarme del Codacons arriva subito dopo quello degli analisti internazionali, che hanno già messo in guardia dalla siccità che ha colpito alcuni dei principali produttori mondiali di grano come Russia, USA, Francia, Germania e Ucraina. Un fenomeno che ha ridotto le scorte di grano tenero del 20%, mentre il grano duro ha subito riduzioni minori: la situazione viene definita sostanzialmente "critica", anche se non ai livelli del 2010.

Occhio al caro-scuola

Oltre agli aumenti di pane e pasta, a settembre sono attesi anche quelli relativi a libri e corredi scolastici. Secondo Federconsumatori, per il corredo di ciascuno studente quest’anno serviranno 526 euro, con un aumento dello 0,8% rispetto al 2017. Cala il costo dei libri (-1,1% rispetto all’anno scorso), ma aumenta quello relativo ad astucci e diari. Secondo il Codacons, invece, gli aumenti per chi ha figli in età scolare saranno del 2% rispetto al 2017, mentre chi sceglierà prodotti “firmati” si parla di un +4%.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO