Ponte Morandi, la Procura ha un nuovo video del crollo

"Se i vari testimoni oculari che stiamo sentendo le vedessero rischierebbero di raccontarci una versione inquinata di come sono andate esattamente le cose"

Il Procuratore di Genova Francesco Cozzi ha voluto dare oggi un aggiornamento sulla delicata inchiesta che sta coordinando già dalle ore immediatamente successive al crollo del viadotto Morandi e che, lo ricordiamo, al momento è senza indagati.

Gli interrogatori stanno procedendo senza sosta e oggi è arrivata una piccola rivelazione. Agli atti ci sarebbe un video inedito che documenta l'esatto momento in cui ponte Morandi è crollato. Si tratta del filmato di una telecamera fissa di un'azienda situata in corso Perrone, a poche decine di metri dal ponte, che gli inquirenti hanno deciso di non rendere pubblico. Il motivo è molto semplice:

Le immagini non le possiamo divulgare per motivi investigativi. Se i vari testimoni oculari che stiamo sentendo le vedessero rischierebbero di raccontarci una versione inquinata di come sono andate esattamente le cose. E così ci permette anche di escludere mitomani che possano inventarsi le cose.

Le indagini sono complesse e il lavoro di analisi dei documenti già acquisiti dalla Guardia di Finanza è colossale - documenti che vanno dagli anni '80 ad oggi - al punto da aver spinto la Procura di Genova a chiedere aiuto al Ministero della Giustizia per avere altri magistrati a disposizione, così da velocizzare il più possibile il processo di catalogazione e analisi di quei testi.

Resta valida, però, la promessa fatta dallo stesso procuratore pochi giorni fa: "L’attività dei nostri consulenti è fervida, alacre e ci permette di aspettare risultati utili in tempi non molto lontani".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO