Renzi all'attacco del governo: "Ladri e bugiardi"

L'ex premier ha parlato in collegamento con Agorà Estate

renzi attacca governo

Matteo Renzi torna all’attacco del governo Conte e lo fa con parole durissime. In collegamento con Agorà Estate, l’ex premier che oggi siede in quel Senato che voleva abolire accusa: "Abbiamo un governo di ladri, perché la Lega ha rubato i soldi degli italiani, e di bugiardi, perché Toninelli sta mentendo tutti i giorni agli italiani". Scagliandosi poi contro la stessa maggioranza e contro alcune campagne mediatiche avverse, Renzi aggiunge poi: "Di fronte a questo governo di ladri e bugiardi il problema è sempre il Pd...".

Nei giorni scorsi, il leader carismatico del Movimento 5 Stelle, Beppe Grillo, ha accusato l’opposizione di essere sostanzialmente insistente. Ecco la replica di Renzi: "A me sembra che manchi un governo, non che manchi l'opposizione. Noi - ricorda - nei primi cento giorni abbiamo fatto gli 80 euro, presentato Jobs Act e riforma della Pubblica amministrazione. Oggi c'è un governo che non sta facendo niente. Su Ilva hanno fatto esattamente quello che era stato impostato con i due precedenti governi. C'è un governo che dice una cosa in campagna elettorale e poi ne fa un'altra".

Quanto alla posizione del Partito Democratico, l’ex premier conferma che non ci sarà alcuna scissione e che lui stesso non prenderà parte alle prossime primarie: "Dopo sei mesi di autoanalisi forse è anche ora di fare opposizione. Questo ha detto la gente, tantissima, che c'era alla festa dell'Unità di Ravenna: hanno vinto loro, prendiamone atto e cominciamo a fare opposizione. Scissione? La mattina presto evitiamo di consumare alcolici. Quando ci sarà il congresso vediamo chi vince".

Renzi: "Sbagliato nazionalizzare autostrade"

Renzi è intervenuto poi anche nella questione Autostrade cui il governo vorrebbe revocare la concessione in seguito all’incidente del ponte Morandi: "Chi ha sbagliato deve pagare fino all'ultimo", ma aggiunge, "secondo me è sbagliato nazionalizzare la rete autostradale perché c'è un problema. Non si torna a gestire le autostrade come fa il pubblico con le buche o i trasporti a Roma. Il pubblico non ha controllato la manutenzione del Ponte Morandi".

Infine, Renzi scherza sull’ultima vicenda relativa al premier Giuseppe Conte, bollandola come una “barzelletta” e non lesina una stoccata al presidente della Camera, Roberto Fico: "Conte non va al Consiglio dei ministri perché deve studiare per l'esame? Prima o poi ci sveglieremo da questo incantesimo che ci fa accettare tutto. Quella dell'esame di Conte è una barzelletta, una vicenda enorme che nessuna testata italiana ha tirato fuori. Fico applaudito alla Festa dell’Unità? Noi siamo persone civili. Se il presidente PD della Camera avesse assunto una colf in nero o fosse andato a un meet up M5s lo avrebbero massacrato".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO