Consob: dopo l'attacco di Lega e M5s si dimette il presidente Nava

Lega e M5s avevano sollevato la questione dell'incompatibilità tra il distacco dagli uffici tecnici della Commissione europea e la guida di un'Autorità nazionale

dimissioni presidente consob mario nava

Il presidente della Consob Mario Nava si è dimesso: la notizia è arrivata in serata, diffusa dal Sole 24 Ore online. La maggioranza di governo aveva chiesto le dimissioni di Nava per il suo legame con la Commissione europea che, seppur regolato dall'istituto del distacco, secondo Lega e M5s lo rendeva "incompatibile" con la presidenza della Consob, che è la Commissione Nazionale per le Società e la Borsa, cioè l'Autorità italiana preposta a vigilare sui mercati finanziari e la borsa.

Dalla maggioranza di governo parlano ora di "grande successo e soddisfazione" per l'azione congiunta di Lega e 5 Stelle. Il timone della Consob passa ad Anna Genovese, già membro della stessa Autorità, fino alla nomina del nuovo presidente.

Perché sono state chieste le dimissioni di Nava


Ieri i capi gruppo di Lega e M5s alla Camera e al Senato avevano sollevato nuovamente la questione della incompatibilità tra il distacco dagli uffici tecnici della Commissione Ue e la guida di un'Autorithy nazionale, come appunto la Consob italiana, chiedendo a Nava di dimettersi per sensibilità istituzionale.

Il capogruppo M5s in commissione finanze del Senato Elio Lannutti e la collega di partito membro della stessa commissione Laura Bottici avevano citato la posizione dell'Assonime, l'associazione tra le società per azioni che in quanto spesso quotate in Borsa sono vigilate dalla Consob, che si era detta contraria alle dimissioni di Nava.

"Dopo la nota congiunta M5S-Lega, con la quale abbiamo chiesto le dimissioni del presidente della Consob Mario Nava, semplicemente distaccato dalla Commissione Ue e quindi a evidente rischio di conflitto di interessi, c'è una lobby molto interessata che si è già attiva per proteggerlo" hanno dichiarato i due parlamentari. Ora il vertice della Consob dovrà decidere se accettare o meno le dimissioni del presidente ma a questo punto la decisone appare scontata.

Nominato a fine dicembre 2017 dal precedente governo, Mario Nava era il direttore per il monitoraggio del sistema finanziario e gestione delle crisi, uno dei cinque dipartimenti presso la direzione generale per le finanze della Commissione Ue.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 38 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO