Ponte Morandi, Conte a Genova: "Entro 10 giorni avremo il Commissario"

"Il ponte lo faremo a spese di Autostrade"

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha preso parte alla commemorazione a Genova ad un mese esatto dal crollo di ponte Morandi e, nel ricordare le 43 persone che hanno perso la vita nella tragedia - "Il primo pensiero lo dedico a tutti coloro che soffrono e soffriranno per i postumi di questa immane tragedia" - ha fatto una promessa importante e fondamentale per l'avvio della ricostruzione:

A 10 giorni dall'entrata in vigore del decreto ci sarà un commissario con pieni poteri, deroghiamo da tutta la legislazione vincolistica.

Il decreto legge per Genova è stato approvato ieri dal Consiglio Dei Ministri, ma il testo non presentava il nome del commissario, quello che tutti stavano attendendo. Oggi, dopo le numerose richieste di spiegazioni fatte ieri dopo l'approvazione del testo, Conte ha voluto spiegare che non bisognerà attendere molto per avere il commissario straordinario e dare così l'avvio a tutte le procedure per la ricostruzione di ponte Morandi.

Conte ha voluto anche confermare di essere in linea col Ministro dei Trasporti Danilo Toninelli, che aveva ribadito più volte di voler escludere Autostrade per l'Italia dai lavori per la ricostruzione e di voler portare avanti la procedura per revoca della concessione alla società. E così, dal palco di piazza Raffaele De Ferrari a Genova, è arrivata la precisazione:

Il ponte lo faremo a spese di Autostrade, ma la procedura per revoca e la decadenza della concessione rimane un piedi e si completerà.

Foto | Palazzo Chigi

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 23 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO